Il gusto è slow… food

Maglie. Meglio andar piano. Cinque giorni, da oggi al 5 agosto, per cenare sotto le stelle, riscoprendo scorci cittadini che, troppo spesso, sfuggono a chi corre

MAGLIE – Ritorna puntuale il Mercatino del Gusto di Slow Food Puglia, l’evento di cultura enogastronomica regionale indicato dalla stessa associazione come il più interessante del Sud Italia. Nelle giornate di Mercatino, da oggi al 5 agosto, il programma è intenso e fa vivere i suggestivi cortili, giardini e palazzi della città, illuminati per l’occasione da festose luminarie. Chi partecipa alla manifestazione ha l’opportunità di cenare sotto le stelle (Cena in Villa Tamborino e Piazze a Tema), gustando la cucina di chef di primo piano della scena pugliese. La manifestazione dedica un intero cortile al Cibo di Strada, specialità pugliesi da mangiare camminando, affondando la mano in un cartoccio; da non perdere la scapece gallipolina, la focaccia barese, il fritto salentino, il rustico leccese, i pezzetti con i peperoni. In sintonia con la filosofia Slow Food, ci sono i Laboratori del Gusto, degustazioni guidate che permettono di assaggiare non solo piatti e prodotti della tradizione culinaria regionale, ma anche di conoscerne le origini, le evoluzioni e gli aneddoti ad essi correlati. I bambini saranno i protagonisti di questa edizione: a loro sono dedicati una serie di appuntamenti giocosi, dove il divertimento si combina con lo sviluppo di una nuova sensibilità nei confronti del cibo quotidiano. Attraverso l’uso dei sensi, allegri momenti ludici e le indicazioni degli esperti di Slow Food e delle Masserie Didattiche, il pubblico più giovane acquisirà le basi di una corretta coscienza alimentare.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment