‘Vini e vinili’. Bere a suon di musica

Casarano. Rassegna di vino e mercatino del disco in vinile. E’ l’iniziativa che animerà il centro storico organizzata dall’associazione “Libertà è partecipazione”

CASARANO – “Vini & vinili” è una manifestazione culturale, alla sua prima edizione, in programma domani sera (ore 21), nella splendida cornice di quella parte di centro storico tra piazza Nazario Sauro e l’adiacente via Astore. La sua formula è semplice: una piccola rassegna del vino salentino e un mercatino di dischi in vinile. Una decina di aziende vinicole esporranno i loro migliori prodotti con degustazione di altri prodotti locali. La manifestazione si avvarrà della collaborazione di Aldo D’Antico, fondatore del “Museo del Vino” di Parabita, che illustrerà la storia del vino, delle tradizioni e della cultura contadina. Dieci le aziende che esporranno: Azienda Monaci (Copertino), Palamà (Cutrofiano), Vinoli (Casarano), Libera Terra (Mesagne), Dei Agre di M. Cesi (Felline), Cooperativa Agricola salentina (Taviano), Unione Agricola Melissano, Cantina di Matino, Tenute Mater Domini (Lecce) e Castello Monaci (Salice Salentino). I prodotti agricoli per la degustazione sono delle ditte “Emiliano Preite” e “I Contadini”, entrambe di Casarano. “Vini & vinili” è anche esposizione di rari dischi in vinile con annesso mercatino salentino del vinile, una delle più grandi occasioni nel Salento per la vendita o permuta dei cari vecchi “long playing” e “45 giri”. Inoltre, Antonio Pappadà (con una collezione di circa 20mila vinili) metterà a disposizione la sua esperienza per eventuali valutazioni dei vinili che i visitatori vorranno sottoporgli. La serata sarà allietata da DJ Vintage che si alterneranno in console rigorosamente con dischi in vinile. L’evento è organizzato dall’associazione “Libertà è partecipazione” che si presenta ufficialmente alla città. “Non vogliamo imitare sagre o manifestazioni enogastronomiche: la nostra manifestazione ha carattere culturale – spiega Maria Teresa Bellante, presidente dell’associazione – il nostro obiettivo è rivitalizzare il centro storico, farlo vivere, creare un momento di incontro e condivisione tra persone”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment