Tutti soddisfatti per la Taranta

Il sindaco Paolo Perrone e il consigliere PD Antonio Rotundo esprimono la loro soddisfazione per l'evento leccese

Prima il no a spostare a Lecce la tappa inaugurale del tour della Notte della Taranta, che comincerà il 10 agosto a Corigliano d'Otranto. Poi la scelta di organizzare il concerto leccese proprio il 14 dello stesso mese, quando il calendario di eventi appetibili – in primis Otranto con la festa dei Santi Martiri – si infittisce a dismisura. Il vaso trabocca e il sindaco di Lecce, Paolo Perrone chiede che almeno nel capoluogo provinciale sul palco salga un big della musica, fra i tanti che, anche quest'anno, hanno accettato di partecipare all'esperimento di contaminazione musicale che è la Taranta. “La nostra città – ha dichiarato il primo cittadino – merita un palcoscenico di prim’ordine” . E sebbene comprenda, “senza alcuna polemica, le motivazioni della Fondazione, tuttavia auspichiamo che la sera del 14 agosto possa essere ‘illuminata’ da un nome importante del panorama musicale, perché Lecce merita di confermarsi città degli eventi, una città capace di accogliere i turisti offrendo loro non solo la possibilità di ammirare le innumerevoli bellezze storico-architettoniche ma anche di assistere a concerti, spettacoli, manifestazioni artistiche, culturali ed enogastronomiche che rendono Lecce e il suo territorio unici”. “Soddisfazione e apprezzamento” per l’intesa raggiunta tra il Comune di Lecce e la Grecia Salentina a proposito delle tappe del tour è stata espressa dal consigliere Antonio Rotundo, del Pd. Coinvolgere il capoluogo in una delle iniziative culturali e di intrattenimento più famose e di successo del Salento, consentirà di “saldare la bellezza del patrimonio architettonico del capoluogo con l’evento culturale più significativo della nostra tradizione”, scrive Rotundo che auspica “che venga assicurata una serata di qualità all’altezza delle attese e dell’importanza che riveste l’evento”. Non resta altro da fare che aspettare, in un'estate nella quale l'attesa, almeno del calendario del tour della Notte della Taranta, sembra essere l'unica cosa certa.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!