Con la moto sul rondò. 45enne muore sul colpo

Campi Salentina. L’uomo non sarebbe riuscito ad evitare lo spartitraffico, toccandolo con la ruota

CAMPI SALENTINA – Era passata da poco la mezzanotte, forse, quando un uomo di Arnesano, classe 1965, alla guida di una Kawasaki 900 è uscito di strada, morendo praticamente sul colpo per le gravi ferite riportate. Pare che il mezzo stesse transitando sulla S. Pancrazio-Torre Lapillo in direzione Torre Lapillo. Giunto alla rotonda del quadrivio con Avetrana e Salice Salentino, il conducente non sarebbe riuscito ad evitare del tutto lo spartitraffico di immissione alla rotonda, toccandolo con la ruota anteriore. Impossibile, a quel punto, completare la sterzata necessaria per restare in carreggiata: la moto ha proseguito la sua corsa urtando infine contro un paletto della segnaletica di sicurezza posta sul margine al rondò; l’uomo è finito a terra nell’area centrale del rondò, mentre la Kawasaki ha terminato la propria corsa a distanza di qualche metro. Poco più in là è stato rinvenuto il casco. La chiamata di soccorso è partita probabilmente da qualche automobilista in transito e i soccorritori (tra cui i Carabinieri della Radiomobile della Compagnia di Campi Salentina e della Stazione di Salice Salentino), giunti sul posto all'una, hanno potuto solo constatare il decesso del motociclista. Accertamenti sono ancora in corso per stabilire le cause esatte del sinistro e per verificare che i documenti di circolazione del motociclo fossero in regola.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment