Le guide turistiche? Sono i ragazzi del liceo

Galatina. In pieno svolgimento il progetto dell’istituto “Colonna” che assicura guide preparate ai turisti in visita in città

GALATINA – Come conciliare la passione per l’arte, la voglia di sentirsi attivi e la necessità di una guida turistica preparata ad accogliere i visitatori? E’ presto detto, perché a Galatina la guide turistiche sono i ragazzi dell’Istituto di Istruzione Superiore “Colonna” (Liceo Classico e Liceo Sociopsicopedagogico insieme). Ha preso il via da alcuni giorni il progetto “Conosci la tua città – Vivi il territorio: guide della Basilica Cateriniana e dell’itinerario barocco e incontriamoci in Biblioteca”, realizzato in collaborazione con l’Amministrazione comunale ed i Padri francescani. L’iniziativa, che rientra nell’ambito dei Fondi Strutturali Europei – PON 2077-2013, è articolata in due fasi. La prima, già conclusa, prevedeva due moduli formativi, rivolti a 40 ragazzi dell’istituto, di 30 ore ciascuno, così distinti: “In aula e nella Basilica di S. Caterina d’Alessandria” e “Incontriamoci in Biblioteca – promozione della lettura e della biblioanimazione, catalogazione con software BiblioWin”. La seconda fase è in pieno svolgimento e si basa su un tirocinio formativo e di orientamento che coinvolge, tra quelli formati, dieci allievi, con una presenza di 500 ore di guida presso alcune chiese di Galatina e alcuni palazzi nei mesi di luglio e agosto e sei presso la biblioteca comunale “Siciliani” per 300 ore complessive. “Già ampiamente sperimentata in passato, l’iniziativa concorre – ha spiegato il sindaco Giancarlo Coluccia – alla promozione della città, delle bellezze storiche ed artistiche che la contraddistinguono. L’Amministrazione comunale ha ritenuto tale progetto meritevole di attenzione in quanto mette a disposizione potenzialità tali da assicurare una guida preparata ai tanti turisti in visita a Galatina. Grazie all’impegno e la disponibilità di questi ragazzi, la città realizza tutti i presupposti necessari per l’incremento delle risorse e del potenziale turistico”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment