Terrorismo internazionale all’ombra del melograno

Monopoli. Il terzo incontro della “Fondazione Magna Carta”

“Osama e Obama: l’11 settembre dieci anni dopo”, sarà questo il tema del terzo appuntamento de “Gli incontri del Melograno” della Fondazione Magna Carta. Protagonisti saranno Stefano Dambruoso, Capo dell'Ufficio per il coordinamento dell'attività internazionale del Ministero della Giustizia, e Fiamma Nirenstein, Vicepresidente della Commissione Esteri alla Camera dei Deputati, che saranno intervistati da Giancarlo Loquenzi, direttore de “l’Occidentale”. L’incontro, come di consueto, si svolgerà nel piazzale all’aperto del Relais & Châteaux “Il Melograno” di Monopoli (Bari) alle 19.30. Chi è Stefano Dambruoso? È in magistratura dal 1990. Nel 1992 è stato nominato sostituto procuratore ad Agrigento. Dal 1994 al 1996, applicato alla procura distrettuale di Palermo. Ha indagato su associazioni mafiose e reati contro la Pubblica Amministrazione. È stato Pubblico ministero in vari maxiprocessi a Palermo. Dal dicembre 1996 alla Procura della Repubblica del tribunale di Milano. Si occupa di terrorismo, cominciando a collaborare anche con altre autorità giudiziarie europee. In quegli anni, indaga tra l’altro sull’omicidio di Franco e Iaio. Dalle esperienze investigative sul terrorismo a carattere transnazionale nascerà nel 2001 Eurojust, il primo “esperimento” di «squadre investigative comuni» a più Paesi dell’Unione europea nel segno di una cooperazione giudiziaria. Dal 2001 è componente della Direzione distrettuale antimafia di Milano per la quale svolge indagini in materia di organizzazioni dedite allo spaccio di sostanze stupefacenti e di gruppi appartenenti ad organizzazioni criminali calabresi. Si occupa delle indagini sull’area anarco-insurrezionalista, coordinando diversi uffici di polizia giudiziaria appositamente impegnati in questo settore investigativo. Dopo i fatti dell’11 settembre 2001 la collaborazione si intensifica e diventa continuativa. Due anni dopo, prende contatti con la Law Enforcement americana e perfeziona nuovi strumenti investigativi e finalizzati a prevenire e combattere il crimine organizzato e il terrorismo islamico. Da maggio al luglio 2003 è consulente dell'Istituto internazionale delle Nazioni unite per la ricerca sul crimine e la giustizia (UNICRI), agenzia dell’Onu con sede a Torino, per la ricerca sulla lotta al crimine organizzato e terrorismo. Il settimanale americano Time lo nomina «personaggio dell’anno», per il suo «coraggio professionale dimostrato nella caccia al Terrore». Il 19 aprile 2004 assume l’incarico di esperto giuridico presso la Rappresentanza permanente italiana dell’Onu di Vienna. Con Guido Olimpio, giornalista del Corriere della Sera, Dambruoso firma il libro “Milano Bagdad – Diario di un magistrato in prima linea nella lotta al terrorismo islamico in Italia”, per l'editore Mondadori. Il saggio descrive Milano e la Lombardia come snodi del «radicalismo islamico», sedi di «una rete di supporto logistico al terrorismo di Al Qaeda», di un apparato in grado di organizzare pericolosi attentati. Nel gennaio 2010 è stato indicato tra i candidabili alla carica di governatore della Regione Puglia. Il 5 novembre 2010 è stato nominato membro del Consiglio Direttivo dell'Agenzia per la sicurezza nucleare italiana. Chi è Fiamma Nirenstein? Laureata in storia moderna all'Università di Firenze, ha vissuto per anni tra l'Italia e Gerusalemme, dove ha ricoperto il ruolo di inviata dal Medio Oriente prima per il quotidiano La Stampa e poi, dal dicembre 2006, per il quotidiano Il Giornale e per il quotidiano telematico L'Occidentale. Su Panorama, Nirenstein scrive regolarmente una colonna di politica internazionale. Ha scritto anche su Paese Sera, L'Europeo, L'espresso, Epoca. Dal 1993 al 1994 è stata direttore dell'Istituto Italiano di Cultura a Tel Aviv. Ha scritto nove libri. L'ultimo, Israele siamo noi, è uscito nel marzo 2008 per Rizzoli. Nel 2006, insieme a Toni Capuozzo e Magdi Allam, partecipa al programma su Canale 5 Orient Express. Nel 2005 ha ideato e condotto il programma di politica estera su Rai 2 Ore diciotto/Mondo. Viene intervistata settimanalmente a Radio Radicale da Massimo Bordin, in una rubrica dedicata al Medio Oriente. Fa parte di numerosi centri studi e fondazioni tra cui il Jerusalem Center for Public Affairs, l'Hudson Insititute di Washington, la Fondazione Magna Carta e la Fondazione Italia USA. Alle elezioni politiche del 2008 è stata candidata nel Popolo della Libertà ed eletta nella circoscrizione Liguria[1] È vicepresidente della Commissione Affari Esteri e Comunitari della Camera dei Deputati. Il prossimo appuntamento è previsto per venerdì 29 luglio con il Ministro della Gioventù, Giorgia Meloni, che insieme al sen. Gaetano Quagliariello, Presidente onorario della Fondazione Magna Carta e Vicepresidente vicario del gruppo Pdl al Senato, parleranno dei giovani, la politica e il futuro del centrodestra. Enel sostiene la manifestazione “Gli Incontri del Melograno” nell’ambito del programma “Energia per la cultura” che promuove progetti che offrono al pubblico un ambiente culturale ed educativo aperto all’innovazione.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!