La priorità del commissario: traffico in ordine

Casarano. La metà dei progetti del primo anno del piano triennale delle opere pubbliche punta a migliorare la circolazione veicolare. Investimento: 11.176.973 euro

CASARANO – Mettere ordine al traffico veicolare cittadino. Sembra questa la prima necessità della gestione commissariale di Palazzo dei Domenicani se si analizza il Piano triennale delle opere pubbliche, tra gli allegati più importanti del Bilancio di previsione 2011, recentemente approvato dal Commissario prefettizio, Giovanni D’Onofrio. Infatti, ben dieci dei 20 progetti inseriti nel primo anno del piano, da realizzarsi in teoria entro l’anno corrente, riguardano lavori di opere volte a migliorare il caotico traffico cittadino. Si tratta di realizzazioni che non necessitano di spese eccessive o i cui progetti sono stati parzialmente o totalmente finanziati. L’investimento programmato per il solo 2011 ammonta a 11.176.973,00 euro. Cominciamo dalle rotatorie, programmate da anni e i cui progetti sono giunti alla fine dell’iter amministrativo. Ne saranno realizzate quattro, tra la fine dell’anno e il primo trimestre del 2012: intersezione tra via Piave, via Tevere e via Troisi, all’imbocco della strada per Taurisano nei pressi dell’Agenzia delle Entrate (80mila euro); incrocio tra via Solferino, via Mercantini, via Poerio e via Ceccotti nei pressi dell’area archeologica prima del ponte sulla ferrovia (120mila euro); crocevia tra via Matino, via Firenze e viale Ferrari, nei pressi di un noto negozio di mobili (80mila euro); infine, intersezione tra via Agnesi, via Alto Adige, via Colletta e via De Andrè vicino all’Inps (140mila euro). Quindi la sistemazione e le aperture di strade con l’obiettivo di creare nuovi sbocchi del traffico urbano, a cominciare dal collegamento stradale tra via Francia e via Lecce necessario a migliorare il collegamento del quartiere “Pietra Bianca” con il resto della città (158mila euro); quindi l’altro importante collegamento tra via Maggia, via Ombrone e via Pavia per snellire il traffico in quella zona, particolarmente critico all’orario di apertura delle scuole (50.800 euro). In programma anche l’apertura di vico Araldo con uscita su via Cavour (50mila euro) e il prolungamento di via Cisternella e via Casaranello, un’opera ambiziosa (440mila euro) forse non fattibile in questo periodo storico. Da annoverare, anche se indirettamente, tra le opere con l’obiettivo di snellire il volume di traffico urbano anche il progetto della regolarizzazione del tracciato stradale di via Basento, nei pressi della succursale del Liceo Scientifico, con l’obiettivo della sua apertura (20mila euro) e la realizzazione dei parcheggi verdi in piazzetta ex pretura parallela a viale Stazione (50mila euro).

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment