Città aperte. Le novità e le conferme

Lecce. Mandurino: “Il punto di forza del progetto è il calendario di eventi, manifestazioni, e le aperture di chiese, castelli, palazzi e borghi salentini”

LECCE – Parte la sesta edizione di “Città Aperte 2011”. Il calendario degli appuntamenti è stato presentato giovedì scorso a Bari nella Sala Giunta della Presidenza della Regione Puglia dall’Assessore regionale al Mediterraneo, Cultura e Turismo Silvia Godelli e dai Commissari delle Azienda di Promozione Turistica di Puglia. Il progetto di accoglienza turistica è nato nel 2006 con l’obiettivo di mettere in rete la caleidoscopica offerta turistica del Salento nelle sue diverse sfaccettature creando sistema tra le innumerevoli risorse fisiche ed umane presenti, al fine di contribuire alla realizzazione di prodotti turistici integrati. Con “Città Aperte” musei, cattedrali, castelli, cripte, siti archeologici, centri storici, mare, parchi, riserve naturali e terme non sono visti solo come beni da proteggere e preservare ma come viatici di cultura e conoscenza da percorrere in libertà e rispettosamente, da soli o in gruppo, con o senza l’ausilio delle guide e, spesso, anche a costo zero. Il programma si sviluppa partendo da tematismi comuni a tutto il territorio pugliese, e in particolare: castelli e palazzi nobiliari , chiese e luoghi di culto, siti archeologici e musei, natura e ambiente, enogastronomia, piccoli borghi, borghi autentici e borghi più belli d’Italia. Da questi tematisti scaturiscono quattro asset lungo i quali si sviluppa “Città Aperte-Salento 2011”: Turismo culturale (Città aperte alla cultura); Turismo sostenibile e responsabile (Natura in Salento, Piccoli borghi e Paesaggi ospitali, Salento nel Parco); Turismo enogastronomico: (Salento è gusto) e Turismo accessibile (Salento per tutti). “Città aperte alla cultura” si propone di rendere maggiormente fruibili i beni architettonici, storico-artistici, luoghi di culto, musei, palazzi e dimore storiche con orari d’apertura prolungati e straordinari. L’iniziativa viene incontro alle richieste del turismo culturale e religioso organizzando itinerari in bici, a piedi ed in bus peri i luoghi di culto del Salento, riapre chiese, rende ospitali cripte e santuari, musei e palazzi quasi nascosti, ricchi di storia. “Natura in Salento, Piccoli borghi e paesaggi ospitali” pone l’attenzione su tutto il patrimonio naturale e paesaggistico del Salento con varie offerte per un turismo che valorizzi l’amore per la natura attraverso escursioni nei parchi, passeggiate in bici, immersioni subacquee, visite a grotte e quattro itinerari a piedi e in treno alla scoperta dei paesi della Grecìa Salentina con ritrovo e partenza dalla stazione ferroviaria di Zollino. Di particolare rilievo “Salento nel Parco” un vero e proprio evento di una settimana (4 – 11 settembre), dedicato ad escursioni, passeggiate, laboratori all’interno delle riserve naturali, parchi e marine protette. Da quest’anno alla lunga lista di siti salentini, si aggiungono la Riserva naturale statale di Torre Guaceto e il Parco delle Dune Costiere da Torre Canne a Torre San Leonardo in territorio brindisino. È prevesta l’accessibilità ai luoghi anche a turisti disabili che potranno usufruire di percorsi appositamente studiati. “Salento è gusto” offre un ventaglio di opportunità per scoprire, grazie a specifici itinerari gratuiti, l’universo enogastronomico salentino. In compagnia di guide esperte si potranno visitare cantine, frantoi, aziende di produzione all’interno dei programmi Calici di Stelle (6 agosto ad Otranto e 13 agosto a Galatina), Benvenuta Vendemmia (18 settembre), San Martino in Cantina (13 novembre), Natale in Cantina e Lovolio (11 dicembre), Masserie didattiche, GiroMasserie e GiroCantine. Con “Salento per tutti”, in Puglia e nel Salento, negli ultimi anni è cresciuta sensibilmente l’attenzione rispetto al tema della disabilità. Una felice convergenza di riflessione e azione da parte del pubblico e del privato, ha sensibilmente accresciuto la consapevolezza nei cittadini che l’integrazione e la qualità della vita non sono semplicemente un dovere di solidarietà e di giustizia. Il tema del Turismo accessibile si inserisce in questa rivoluzione culturale come paradigma del futuro sviluppo turistico della Puglia e del Salento, partendo dal concetto di persona e ruotando intorno all’individuazione e al soddisfacimento di tutti i suoi possibili bisogni attraverso un approccio sistemico che coinvolga tutta la filiera turistica a livello nazionale e locale: trasporti, ricettività, ristorazione, cultura e arte, tempo libero, lo sport e i servizi tutti. “Città Aperte” cresce e va “Oltre la Città” con l’offerta di “Terme Aperte”, ovvero un invito ai curisti in vacanza a Santa Cesarea Terme a scoprire in settembre e ottobre Otranto e le sue risorse storiche, architettoniche e ambientali, e, infine, “Turisti a 4 zampe” con “Itinerario bestiale” (31 luglio, 28 agosto e 4 settembre), tour in motonave attrezzata per l’amico a 4 zampe, con guida, gratuita di Apt Lecce, (dalle 9 alle 13) per godere della bellezza del mare salentino in compagnia del proprio cane e visitare insieme le grotte marine della scogliera di ponente e levante del Capo di Leuca, cioè da Torre Vado, doppiando Punta Ristola e Meliso, fino alle grotte delle “Mannute” ricamate nella bianca roccia calcarea del Cretaceo, ricca di spendide ammoniti e grandi rudiste. “Una così fitta messa a sistema ed animazione del territorio – commenta Stefania Mandurino Commissaria di Apt Lecce – è stata possibile grazie ad una forte attività di concertazione e coordinamento tra: Comuni, Provincia, Camera di Commercio, Curie e Diocesi, Pro Loco, Associazioni di categorie, imprenditori del turismo, dell’agroalimentare, dell’artigianato, del sistema moda, associazioni di guide e professioni turistiche, Parchi ed Aree protette, associazioni culturali, associazioni ambientaliste, operatori del terzo settore, Musei, privati cittadini possessori di beni resi fruibili agli ospiti, Asl, in una corale partecipazione tesa a rendere ‘aperto’, accogliente e fruibile il territorio”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!