Lecce in ritiro: rosa virtuale

Chevanton viene cortesemente lasciato andare via (dove? chi lo sa). Ora c'è da costruire una squadra all'altezza della serie A

Tutto è pronto per il ritiro precampionato che anche quest’anno si svolgerà a Tarvisio. L’allenatore Eusebio Di Francesco inizierà la preparazione atletica con una rosa “virtuale” composta da 22 giocatori: circa un terzo di loro dovrebbero infatti cambiare maglia entro l’avvio della prossima stagione agonistica. Sono certamente in partenza Cacia, Diamoutene, Grossmuller, Petrachi, Legittimo, Mazzotta e Falcone. Spicca la mancanza di un portiere titolare. Il Lecce cerca di portare in squadra un estremo difensore di medio livello pescando tra le terze scelte delle grandi squadre italiane, a patto si rendano disponibili a dividere con l’Unione Sportiva il costo dell’ingaggio. Unica società interessata sembra la Roma che vorrebbe “liberarsi” di Julio Sergio. Il portiere rifiuta trasferimenti all’estero e vuole restare in Italia, sperando che la Roma accetti di accollarsi metà dell’ingaggio (circa 800mila euro). Difesa in alto mare (se si esclude il gradito rientro di Esposito). Qualcosa si muove a centrocampo con l’arrivo molto probabile di Christian Obodo (27 anni) dell’Udinese e Leandro Greco (25 anni) della Roma. La prima amichevole è fissata per mercoledì 20 luglio contro gli sloveni del NK Brda (Terza serie) a Tarvisio In attacco non c'è accordo su Cheva il quale attualmente non ha nessuna offerta di lavoro. Resterà nella storia del Lecce ma francamente chiude un campionato dove ha mostrato una condizione atletica inaccettabile. Ecco la rosa attualmente a disposizione di Di Francesco: PORTIERI: Massimiliano Benassi (1981), Ugo Gabrieli (1989), Davide Petrachi (1986). DIFENSORI: Davide Brivio (1988), Souleymane Diamoutene (1983), Andrea Esposito (1986), Stefano Ferrario (1985), Matteo Legittimo (1989), Antonio Mazzotta (1989), Nenad Tomovic (1987). CENTROCAMPISTI: Guillermo Giacomazzi (1977), Carlos Javier Grossmuller (1983), Djamel Mesbah (1984), Ruben Olivera (1983), Ignacio Piatti (1985), Giuseppe Vives (1980). ATTACCANTI: Bryan Bergougnoux (1983), Daniele Cacia (1983), Daniele Corvia (1984), David Di Michele, (1976), Luigi Falcone (1992), Capucho Neves Jedaias Jeda (1979), Edward Ofere (1986). 6 luglio 2011 Calciomercato Lecce: lavori in corso Con la presidenza della d.ssa Liguori può finalmente entrare nel vivo il calciomercato del Lecce. Il diesse Carlo Osti deve occuparsi in primo luogo del reparto difensivo. Primo problema il portiere. Con Rosati approdato al Napoli, si lavora per portare nel Salento Puggioni o Manninger (con il primo favorito sul secondo nonostante la richiesta di 1 milione di euro avanzata dalla Reggina). In difesa le partenze superano al momento i nuovi innesti. Di sicuro rivedremo in maglia giallorossa il 25enne Andrea Esposito, salentino di nascita e protagonista di una bella stagione in serie A nel 2008-09. Tornerà con la formula del prestito via Genoa. Si cerca popi un centrale di esperienza. Potrebbe trattarsi di Loria o Cribari, o magari Legrottaglie il quale, dopo essersi svincolato dal Milan, ha rilasciato alla Gazzetta del Mezzogiorno una dichiarazione incoraggiante: “Sono pronto a valutare qualsiasi offerta, e il Lecce sarebbe una soluzione gradita. Si tratta di un club che negli ultimi anni ha ottenuto dei risultati importanti, mantenendosi sempre tra A e B. In Italia o all'estero per me non cambierebbe molto, sono pronto ad affrontare qualsiasi esperienza. L'importante è che ci sia un progetto di base valido, a quel punto si potrebbe discutere tranquillamente di tutto”. Centrocampo: dopo aver perso Gianni Munari (alle buste con il Palermo), ci sono comunque speranze di rivedere il centrocampista di Sassuolo al Lecce per la sua ferma volontà di restare nel Salento che alla fine dovrebbe prevalere. Si lavora poi attorno ad un centrocampista offensivo. Si tratta di Stefano Napoleoni, classe '86, romano, ha giocato a lungo nel campionato polacco e greco (attualmente milita nel Levadiakos). Il giocatore vorrebbe tornare in Italia e il Lecce sta valutando l’opportunità. In attacco dopo la conferma di David Di Michele a furor di popolo e su esplicita richiesta di Eusebio Di Francesco, è ora il turno di Ernesto Javier Chevanton. Si vedrà tra poche ore se alle dichiarazioni d’amore fatte dal bomber giallorosso, auotre del gol vittoria nel derby contro il Bari, seguiranno richieste contrattuali adeguate alle casse del Lecce e allo stesso livello atletico mostrato dal calciatore nello scorso campionato. Prossimi appuntamenti: lunedì 11 luglio inizieranno le visite mediche presso il “Centro Kinesis” del dr. Palaia a Squinzano e tre giorni dopo tutti in partenza verso l’abituale ritiro di Tarvisio per l'inizio della preparazione precampionato. 24 giugno 2011 David Di Michele: si tratta per il rinnovo Il nuovo allenatore del Lecce Eusebio Di Francesco è stato chiaro: per il modulo offensivo che ha in mente per la stagione 2011/12 un talento come David Di Michele è indispensabile. Ecco quindi che il direttore sportivo del Lecce Carlo Osti si è subito mosso per incontrare l'attaccante che è in scadenza di contratto il 30 giugno. Nei corridoi dell'AtaHotel Executive tra le centro trattative in corso, si gioca anche questa importante partita per definire l'assetto dell'attacco giallorosso. Febbraio 2010 Lecce scatenato: arrivano Di Michele e Loviso Viaggia sull’asse Lecce-Torino l’ultima scoppiettante giornata del mercato di riparazione della serie cadetta. Il club giallorosso si è assicurato, infatti, l’attaccante David Di Michele e il centrocampista Massimo Loviso, entrambi con la formula del prestito. Due acquisti importanti, esperti e con un passato nella massima serie. Per l’ex punta granata si tratta di un ritorno in Puglia, dopo l’ormai lontana esperienza con il Foggia. A Lecce Di Michele proverà a dimenticare le polemiche dell’ultimo periodo, condizionato da un rapporto con i tifosi non proprio idilliaco. Nella scorsa stagione l’attaccante di Guidonia ha saggiato il mondo della Premier League, nel West Ham di Gianfranco Zola (30 presenze e quattro reti). A giugno il ritorno al Toro, accompagnato da risultati non brillanti e le voci – in realtà infondate – di un coinvolgimento nel calcio scommesse. Per Loviso quella salentina rappresenta un’occasione importante, dopo l’ottima stagione vissuta a Livorno nello scorso campionato e coincisa con la promozione in A. Cresciuto calcisticamente nel Bologna, 25 anni, l’ex granata è un centrocampista dotato di buona tecnica individuale e ottima visione di gioco, nonché di un gran tiro dalla lunga distanza. Un’arma in più dunque per il tecnico De Canio, che arricchisce così di quantità e qualità il centrocampo giallorosso. I due nuovi acquisti hanno già sostenuto il primo allenamento con la nuova squadra e saranno a disposizione nella prossima trasferta di Frosinone.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!