Servizi ai turisti? ‘Si parta dal wi-fi’

Lecce. La proposta dei Gd leccesi: internet gratis in 10 location cittadine

LECCE – I Giovani Democratici di Lecce, seguendo e riadattando territorialmente la proposta tracciata dal Pd pugliese nel febbraio scorso, propongono l’installazione di antenne WI-FI in diversi punti della città così da dare la possibilità ai cittadini ed ai turisti, che in questo periodo affollano le strade del barocco, di usufruire dell’accesso ad internet in maniera gratuita, veloce e comoda. Il segretario dei GD Lecce, Emilio Micocci, congiuntamente al responsabile organizzazione, Diego Dantes, con questa proposta si prefiggono come obbiettivo quello di portare a Lecce un livello alto di servizi al cittadino ed al visitatore oltre che segnare un punto decisivo a favore della città, in un settore strategico ovvero quello dell’innovazione, dando un’opportunità di sviluppo anche a diversi settori della creatività, della cultura, delle informazioni e del turismo. “L'implementazione delle reti Wi-Fi rappresenta non solo una grande risorsa per la nostra città, ma è oramai divenuto un diritto da garantire ai cittadini. – ha dichiarato Micocci -. Internet è il futuro della comunicazione: non si può più ignorare il ‘digital divide’ tra le varie realtà italiane e Lecce non può permettersi di rimanere un passo indietro”. “Le installazioni per wi-fi gratuito – ha aggiunto Dantes – potrebbero essere pensate per una decina di ‘punti-chiave’ della città ovvero in piazze, biblioteche, luoghi di ritrovo e di alto interesse culturale o turistico. Attraverso l’esperienza e di altri progetti presenti in altre città italiane e la collaborazione tra le istituzioni pubbliche ed i soggetti privati, si potrebbe avere l'ambizione, in pochi mesi, di poter arrivare presto ad una copertura totale della città.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!