Mangiar bene e fare del bene

Casarano. Cena di beneficienza presso il ristorante “Il Sorriso”. Vietato mancare

CASARANO – Aggiungi un posto a tavola, mangia da signore e fai anche del bene. Non è la nuova versione della celebre canzone del musical, ma quello che potrebbe essere lo slogan dell’evento di beneficienza che avrà luogo stasera presso il ristorante “Il Sorriso”. Lì un gruppo di volontari ha organizzato una cena di beneficenza per la realizzazione del Centro socio pastorale “Sant’Agostino” in Rwanda. Durante la serata sono previsti numerosi eventi collaterali, tra i quali un mercatino realizzato dai bambini della scuola di via Messina guidati dalla maestra Adele Margari. La stessa scuola recentemente si è distinta in ambito ecologico. “Tutto il lavoro svolto in questi mesi – conferma la docente – da insegnanti e genitori oltre a promuovere la cultura del recupero, ha avuto una finalità ben precisa: collaborare con l’associazione di volontariato internazionale Amahoro per contribuire, attraverso il mercatino di solidarietà, all’acquisto di un potabilizzatore da portare in Rwanda, presso il centro S. Agostino”. Aria di vacanze per tutti, ormai, ma non per “I paladini di via Messina” e per i loro genitori, che vi aspettano quindi presso il ristorante Sorriso. In occasione della cena di beneficenza, si continueranno a vendere i manufatti realizzati durante le attività laboratoriali. Vietato mancare. “Colgo l’occasione – conclude la docente – per ringraziare di cuore tutti coloro che da subito hanno creduto nell’iniziativa, fornendo il materiale di recupero che poi è stato lavorato”.

Cena di beneficenza

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!