Erosione costiera. A riunione da Stefàno

Lecce. Oggi alle 10 il tavolo tecnico per fare il punto sull’avanzamento degli studi in materia

LECCE – Modificare il protocollo d’intesa sottoscritto con la Regione Puglia, in merito all’utilizzo della somma di 200mila euro, e fare il punto della situazione sugli studi e progetti realizzati in tema di erosione costiera. Con questo duplice obiettivo l’assessore alla Gestione territoriale e alle Politiche dell’energia della Provincia di Lecce Gianni Stefano ha convocato per oggi alle 10 un tavolo tecnico nella sala giunta di Palazzo Adorno. “Attraverso questo incontro – dichiara Stefano – metteremo a punto la proposta progettuale che la Provincia di Lecce sta coordinando e che verrà nei prossimi giorni sottoposta all’attenzione della Regione. Ancora una volta la Provincia cerca di venire incontro alle esigenze dei Comuni costieri e degli operatori di settore, con l’auspicio che la Regione Puglia possa a breve completare l’emanazione delle linee guida anche per le coste alte e individuare, così, le risorse finanziarie disponibili da impegnare per la realizzazione di quanto programmato”. All’incontro parteciperanno i sindaci dei Comuni di Alessano, Alliste, Andrano, Castrignano del Capo, Castro, Corsano, Diso, Gagliano del Capo, Galatone, Gallipoli, Lecce, Melendugno, Morciano di Leuca, Nardò, Otranto, Patù, Porto Cesareo, Racale, Santa Cesarea Terme, Salve, Taviano, Tiggiano, Tricase, Ugento e Vernole. Sono stati invitati, inoltre, il capo sezione Demanio ed Ambiente della Capitaneria di porto di Bari Alessandro Cortesi, il rettore dell’Università del Salento Domenico Laforgia, il presidente della commissione provinciale ambiente e risorse naturali ed energia Francesco Bruni, il presidente S.I.B Confcommercio di Lecce Luca Mangialardo ed il presidente di Assobalneari Salento di Confindustria Mauro Della Valle.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!