Incarichi esterni senza gara. Guerra al Comune

Lecce. Palazzo Carafa ha assunto tre legali a tempo determinato per il recupero di Tarsu e Ici. L’opposizione solleva dubbi sull’operazione

LECCE – Nelle scorse settimane il Comune di Lecce ha assunto a tempo determinato tre legali con l’incarico di essere da supporto dell’attività del settore tributi del Comune di Lecce. Si tratta di contratti a tempo determinato con odor di proroghe lunghe dal momento che i tre professionisti si occuperanno di recupero di imposte e tasse locali (Ici e Tarsu); attività per la quale è necessario molto tempo . Nei giorni scorsi il vicepresidente vicario del Consiglio Comunale, Antonio Torricelli, aveva chiesto il ritiro della delibera d’incarico ai tre liberi professionisti e puntato il dito contro la procedura di affidamento dell’incarico non avvenuto per gara pubblica. Punto di vista sostenuto anche dai Giovani Democratici di Lecce, che, senza entrare nel merito delle capacità e professionalità delle singole persone, hanno deciso di sostenere e supportare l’attività di Torricelli. Sulla stessa lunghezza d’onda Remo Cagnazzo, segretario provinciale Giovani Udc. “Premettendo che ‘l’essere figlio di’ non dev’essere un freno alla crescita professionale di ogni giovane professionista – ha dichiarato – appare però altresì molto strano che tra tutti i giovani professionisti presenti la scelta sia ricaduta proprio su di essi. E ciò getta un velo di mancata trasparenza sulla vicenda, visto che è totalmente assente una procedura di individuazione tramite gara pubblica tesa ad individuare l’Agenzia per il reperimento di tali figure professionali. Di contro, l’operato della maggioranza Perrone ancora una volta si dimostra essere di parte e poco trasparente. Basti pensare, a tal proposito, al rigetto della proposta del nostro consigliere Udc Wojtek Pankiewicz diretta all’adozione di un Codice etico delle assunzioni anche per i contratti a tempo determinato; codice evidentemente troppo scomodo a questa maggioranza. Alla faccia della meritocrazia”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!