Il Tricase: ‘Obiettivo competitività’

Tricase. La società sta per compiere passi decisivi nell'organico tecnico e societario per partire col piede giusto in Eccellenza

TRICASE – Dopo la spina dorsale costituita dall'ingresso in panchina di mister Orazio Mitri, comincia a prendere forma anche la corazza del nuovo Tricase. La società in queste ore di febbrili incontri e vertici, sta per compiere una serie di passi decisivi nell'organico tecnico e societario tutti finalizzati a partire col piede giusto nel prossimo campionato di Eccellenza. Nonostante la mancanza della modulistica utile a formare la lista dei nuovi tesseramenti, a disposizione a breve, il direttore generale Nunzio Dell'Abate è in grado già di annunciare l'arrivo nella rosa dei calciatori di due argentini, una seconda punta e un centrocampista entrambi militanti in categorie di prestigio del paese sudamericano. E non è detto che il numero potrebbe crescere nei prossimi giorni. “Insieme al presidente Alfredo Stefanelli e agli altri collaboratori – spiega Dell’Abate – stiamo accelerando il lavoro non solo sul fronte calcistico ma su più ambiti, perché vogliamo presentare alla città e offrire a tifosi, famiglie e semplici appassionati tricasini una squadra di cui tutti dovranno essere orgogliosi”. Un Tricase calcio dunque aperto “a tutti coloro che vogliono collaborare, agli imprenditori e agli altri attori sociali perché avere una squadra di calcio vuol dire relazionarsi anche con la società e l’aspetto culturale che ruota intorno ad essa. Vogliamo riportare allo stadio San Vito non solo i tifosi che mancano, ma pure i tanti concittadini e residenti dei paesi limitrofi che vorrebbero avvicinarsi ma non trovano ancora gli stimoli giusti”. Che sicuramente non mancheranno, perché come ammette il direttore Dell’Abate “puntiamo ad un campionato competitivo”. È certa la riconferma di Potì, Citto, Striano, Jonas Rizzo, Ruberto, Cesari e Tondo, mentre altrettanto confermati gli acquisti di De Braco, Volturno, Amadu, De Benedictis, Mastria. Nulla si sa ancora per Greco, Ferrante, Vetrugno e altri che vengono dati in bilico. E poi un’anteprima assoluta: “possiamo già anticipare, – continua Dell’Abate – a riprova che la nostra è una compagine aperta, il nuovo ingresso come responsabile alle Pubbliche relazioni del consigliere regionale Antonio Buccoliero, già Capitano e comandante della compagnia dei Carabinieri di Tricase, il quale curerà i rapporti tra la società, gli enti istituzionali e tutte le diverse personalità”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment