Fronte dal mare. Si cambia

San Cataldo. Inaugurato il primo lotto del Waterfront, un progetto che punta a riqualificare e valorizzare la marina leccese

SAN CATALDO – E’ stato inaugurato ieri mattina, alla presenza del sindaco Paolo Perrone, dell’assessore ai Lavori Pubblici Gaetano Messuti e di altre autorità, il primo lotto funzionale del Waterfront di S. Cataldo. Il progetto esecutivo rappresenta la sistemazione ambientale di un ampia area della marina di San Cataldo lungo la quale si affacciano alcuni stabilimenti balneari, tratti di spiaggia libera alla balneazione, il Faro e il Molo di Adriano. Per la sua collocazione ambientale e di viabilità, l’intervento si pone come cerniera strategica ed integrativa alla futura realizzazione dell’ampliamento e potenziamento del Porto Turistico di San Cataldo che, oltre a diventare un approdo turistico a servizio cittadino, sarà rivolto a potenziare l’offerta di posti barca del comprensorio salentino. L’area comprende il tratto di viale Doria dall’incrocio con il lungomare Marinai d’Italia, l’area antistante il faro, il tratto terminale di viale Colombo, il Lungomare Da Verrazzano e viale A. Vespucci. Numerosi gli obiettivi del progetto: riorganizzare la viabilità stradale, individuare nuovi percorsi ciclabili, realizzare spazi destinati a verde pubblico, realizzare un nuovo sistema di illuminazione pubblica e, infine, costruire una rete di raccolta delle acque piovane. “Questa è un’area che andava riqualificata – ha sottolineato il sindaco Paolo Perrone, il quale ha spiegato che “gli interventi sin qui effettuati rappresentano solo il primo passo prima del completamento dell’intero progetto ma già da ora abbiamo creato uno spazio adeguato per chi intende fare una passeggiata a piedi o per chi vuole fare un giro in bicicletta”. Il progetto prevede la ridefinizione delle aree attualmente utilizzate a traffico veicolare con la razionalizzazione e la riconversione della carreggiata stradale ad una viabilità più adeguata ai flussi esistenti, attraverso l’inserimento di due rotatorie e la riduzione della sezione stradale. Ai margini della viabilità carrabile sono stati previsti dei parcheggi e lungo il fronte mare è stata prevista una pista ciclabile, nonché l’individuazione di spazi pedonali e di sosta, accessi al mare e spazi adibiti a verde che saranno piantumati con essenze tipiche della vegetazione mediterranea. Tale intervento così strutturato costituirà un importante strumento di riqualificazione urbana con riferimento alla vocazione turistica della località e fruibile per attività ricreative da parte di persone di ogni età, per passeggiate e attività sportive all’area aperta. “L’attuale sede stradale ridotta a due corsie – spiega l’assessore ai Lavori Pubblici Gaetano Messuti – permetterà la realizzazione della pista ciclabile, di aree a verde e percorsi pedonali consentendo la realizzazione di uno spazio urbano calmo, che con un nuovo arredo urbano e un illuminazione adeguata, diventerà l’elemento qualificante e di collegamento per l’adiacente spiaggia a cui si potrà accedere attraverso percorsi ben identificati”. // Il progetto da vicino L’intervento di “P.O. FESR 2007/2013 – LINEA 4.1 – Interventi Area Vasta Lecce 1° stralcio -“Water Front Portuale San Cataldo”, dell’importo complessivo di 1.800.000 euro (finanziamento regionale è stato inserito nell’Elenco Annuale dei lavori dell’anno 2010 all’interno del Programma Triennale delle Opere pubbliche 2010-2012, approvato dal Consiglio comunale nel Bilancio pluriennale di previsione (deliberazione n.45 del 11 maggio 2010). I lavori sono stati aggiudicati alla ditta Dielle Srl di Lecce, per aver offerto il ribasso del 48,38% sull’importo dei lavori posto a base di gara, per un importo contrattuale di 806.813,109 euro Iva esclusa, di cui 742.111,379 euro per lavori a corpo e 64.701,730 euro per gli oneri di sicurezza. L’intervento occupa complessivamente una superficie di circa 47mila metri quadrati.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!