A lezione dal Gal: come realizzare l’albergo diffuso

Casarano. Incontro stasera in Municipio per illustrare il Piano di Sviluppo Locale

CASARANO – I tecnici e gli amministratori del Gal “Serre Salentine” incontreranno questa sera (ore 19.00), presso la sala consiliare del Municipio di Casarano, i cittadini per illustrare il Piano di Sviluppo Locale, focalizzando maggiormente l’attenzione sulle misure di finanziamento per lo sviluppo del turismo rurale e dell’agricoltura sociale, per il rafforzamento e la valorizzazione delle produzioni tipiche, la promozione delle risorse storiche, culturali, e ambientali del territorio. All’incontro prenderanno parte Giovanni D’Onofrio, commissario prefettizio del Comune di Casarano; Salvatore D’Argento, presidente del Gal “Serre Salentine”; Alessia Ferreri, direttore del Gruppo di azione locale, oltre all’equipe di animazione dello stesso Gal. L’assemblea servirà per discutere sulle nuove opportunità di crescita per il territorio e per la presentazione dei bandi, in particolare l’azione 5 della misura 3.1.1., che darà vita al tanto atteso “Albergo Diffuso”, vero fiore all’occhiello dei 14 Comuni del Gal “Serre Salentine”. Proprio la misura dell’albergo diffuso è sembrata quella che più viene prediletta dai cittadini casaranesi che hanno avuto modo di apprezzare in una precedente assemblea. Nell’occasione saranno presentati anche i bandi già pubblicati dal Gal “Serre Salentine” aventi per oggetto finanziamenti in conto capitale destinati a singole tipologie di intervento. “La pubblicazione dei bandi – recita una nota – è una straordinaria opportunità di crescita e di sviluppo del territorio del Gal”, formato dai Comuni di Alezio, Alliste, Casarano, Collepasso, Galatone, Gallipoli, Matino, Melissano, Neviano, Parabita, Racale, Sannicola, Taviano e Tuglie. “Un’altra scommessa sul fronte dello sviluppo locale – sottolinea la stessa nota – per favorire e rafforzare la permanenza nel mondo agricolo e rurale dei numerosi operatori del settore, prevedendo ricadute positive per le imprese ed opportunità lavorative soprattutto per i giovani e le donne di questa terra”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment