Commissione Italia-Russia. ‘Cooperazione energetica’

Mosca. Il deputato Salvatore Ruggeri ha tenuto una relazione sullo sviluppo dell’energia atomica e la possibilità di cooperare con i russi

MOSCA – Sono iniziati ufficialmente oggi presso la Duma di Stato, a Mosca, i lavori della XII Grande Commissione Italia-Russia. Sono quattro le sessioni di lavoro che hanno visto impegnati i rappresentati italiani e i colleghi russi. Della delegazione italiana fa parte anche il deputato Salvatore Ruggeri che, impegnato nella quarta sessione, ha svolto una relazione su: “Le questioni attuali dello sviluppo dell’energia atomica e la possibilità di cooperazione italo-russa in tale settore”. Queste le dichiarazioni dell’On.le Ruggeri al termine dei lavori. “Quello svoltosi oggi è stato un incontro altamente proficuo. Sul tavolo della discussione si è parlato e ci si è confrontati su sviluppo dell’energia atomica e su altre forme di approvvigionamento energetico come le cosiddette fonti rinnovabili. Se è vero che con il risultato della consultazione referendaria di due settimane fa, il nostro Paese ha detto No al nucleare, è altrettanto certo che ciò non significa che non si debba più parlare della ricerca in tale settore; anzi, ritengo necessario proseguire in un dibattito utile, efficace e produttivo soprattutto in materia di sicurezza, dal momento che è vero che in Italia non potranno essere costruite centrali nucleari, ma non bisogna dimenticare il fatto che queste, invece, sorgano in Francia e in Svizzera a pochi passi da noi. La riunione di oggi, però non verteva solo sull’energia atomica, bensì, anche sulle nuove forme di energie rinnovabili. I colleghi russi hanno mostrato grandissimo interesse su questo metodo di rifornimento energetico e quindi, il dibattimento di oggi in seno alla Commissione è servito, altresì, a porre le basi per dare vita ad un’importante collaborazione e cooperazione tra Russia e Italia e con il territorio salentino in particolare, nell’ambito di questo argomento che ci vede in prima linea da sempre”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!