Strisce blu: un nuovo caso

Ancora una segnalazione, giunta dagli stessi automobilisti leccesi, riguardo un'anomalia nelle zone di sosta a pagamento del Comune di Lecce

Nell'attesa di trovare delle risposte agli interrogativi sulla legittimità delle aree di parcheggio a pagamento, sempre da Lecce arriva un'altra segnalazione interessante. Alcuni automobilisti leccesi hanno dato notizia a Giovanni D'Agata, fondatore dello “Sportello dei Diritti”, riguardo un’anomalia nell’area di sosta a pagamento di viale De Pietro, accanto alla vecchia stazione della Polizia Municipale nei pressi dei “Bastioni”.

Dalle fotografie fornite, non risulta difficile notare l'assenza delle famigerate strisce blu. La segnaletica verticale è cancellata dal tempo e dagli agenti atmosferici, eppure è presente una colonnina “parcometro” quasi a dire che, nonostante tutto, si deve pagare e se non si paga scatta la multa. Quest'ulteriore esempio, si va ad aggiungere ai già numerosi casi di illegittimità contestati al Comune di Lecce. Seguiremo anche nei prossimi giorni la questione, sperando intanto che qualcuno, da Palazzo Carafa, voglia fornire delle risposte che tanti cittadini aspettano da tempo.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!