Minacce alla ex: ‘Dammi la bambina o ti uccido’

Nardò. In arresto Gianluca Paglialunga per atti persecutori nei confronti della ex moglie, danneggiamento e maltrattamenti familiari

NARDO’ – Quando i poliziotti sono arrivati al civico indicato dalla segnalazione telefonica, il n.18 di via Bruno Buozzi, hanno sorpreso Gianluca Paglialunga, di 32 anni, fuggire via, dopo aver sfasciato la porta d’ingresso. Dai rilievi effettuati dai militari è stato possibile constatare che l’appartamento preso di mira dall’uomo, già gravato da piccoli precedenti penali, è della madre della sua ex consorte. Lì Paglialunga era entrato pochi minuti prima minacciando la ex affinché gli consegnasse la figlia di due anni ed aggiungendo che se non l’avesse fatto l’avrebbe uccisa. La donna, già vittima di altri episodi vessatori da parte dell’ex marito non è scesa al ricatto, cercando rifugio in una stanza insieme alla figlia. Inseguita dall’ex, è svenuta sul pavimento dove è stata trovata dagli agenti di polizia che l’hanno condotta con il 118 in ospedale. La bambina è stata subito messa in salvo e Paglialunga arrestato per atti persecutori nei confronti dell’ex moglie, danneggiamento e maltrattamenti familiari. Su direttiva del sostituto procuratore, l’uomo è stato sottoposto al regime degli arresti domiciliari e quindi accompagnato presso il suo domicilio ove è tuttora a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!