Vento di scirocco. Barca salvata in extremis

Gallipoli. Il natante era rimasto in panne. La Guardia costiera l’ha condotto in salvo fino al porto

GALLIPOLI – Ha rischiato di trasformarsi in tragedia la battuta di pesca in notturna di un gruppo di pescatori del Sud Salento. Il vento di scirocco ha reso difficili le operazioni di attracco della piccola ancora dell’imbarcazione, un natante da diporto da 5 metri, rimasta col motore in panne a circa 300 metri da Punta Pizzo. Il conducente dell’imbarcazione, un 33enne di Casarano, ha lanciato il mayday attorno all’1.30 alla Guardia costiera di Gallipoli, fortemente preoccupato dalle cattive condizioni del mare; ha indicato il luogo in cui si trovava assieme ai due compagni di Sannicola, di 37 e 57 anni, aggiungendo che la piccola imbarcazione rischiava di infrangersi contro gli scogli. Le ricerche condotte dalla motovedetta CP 848 sulla scorta delle indicazioni fornite, hanno permesso di individuare il natante ed a rimorchiarlo in porto. L’operazione si è conclusa alle 3 del mattino.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!