Treno e teatro sulle linee Sud Est

Bari. Da Galatina fino a Conversano, passando da Campi Salentina e Locorotondo. E’ il “Binario della cultura”, dal 24 al 29 giugno

BARI – “Un viaggio magico su un binario che fa spostare le persone non solo nello spazio ma anche nel tempo”. Sceglie questa suggestiva immagine l’assessore regionale alla mobilità Guglielmo Minervini per presentare “Il binario della cultura”, un itinerario turistico/teatrale in quattro tappe che dal 24 al 29 giugno correrà lungo le linee delle Ferrovie del Sud Est e proporrà rappresentazioni nelle stazioni di arrivo. “Non è la prima iniziativa – spiega Minervini – che ripensa il treno come vettore turistico e le stazioni come contenitori culturali. È un ramo del programma ‘CreAttivaMente’ che ha già permesso la realizzazione tra novembre e dicembre di ‘Lecomotiva – prendi il treno per fare la spesa bio’, che ha mosso migliaia di pugliesi in un viaggio alla scoperta dei luoghi e dei sapori tipici attraverso l’uso del treno storico. Per l’estate cambiamo itinerari e linguaggi”. “Il binario della cultura” è pensato come viaggio slow a bordo dei vagoni delle Ferrovie del Sud Est e l’intero percorso sarà scandito da rappresentazioni e performance teatrali. Il teatro è stato scelto dai promotori del progetto, l’associazione culturale “Fatalamanga”, come voce narrante per divulgare la storia, la cultura, il passato, le origini dei luoghi e delle città d’arte toccate dal viaggio. Il percorso segue i ritmi lenti del treno da Galatina fino a Conversano, passando da Campi Salentina e Locorotondo, per riscoprire tesori artistici e paesaggistici, storie e leggende custodite dalla memoria. Rappresentazioni teatrali serali il 24 a Galatina, il 25 a Campi, il 27 a Locorotondo e il 29 a Conversano. “Le rappresentazioni – spiega Minervini – saranno fruibili liberamente, presso le piccole e suggestive stazioni ferroviarie locali. Protagonisti delle storie i personaggi e i miti della storia locale che hanno caratterizzato la ricerca del gruppo teatrale”. Il pacchetto prevede una proposta turistica, articolata dalla cooperativa Esplorando, che guarda a nuove forme di ricettività attenta alla qualità e bellezza dei nostri paesaggi. Ogni tappa dell’itinerario, infatti, sarà intervallata da un breve soggiorno (una o due giornate), durante il quale i “viaggiatori” potranno prender parte a percorsi naturalistici e laboratori dedicati alle tradizioni locali, alla scoperta della Grecìa Salentina, dell’alto Salento, della Valle d’Itria, del Sud est barese. Ogni viaggiatore potrà prenotare l’intero pacchetto viaggio, comprensivo di servizi di transfert, cene, pernotti e attività o optare per la prenotazione delle singole tappe. Maggiori dettagli sul sito www.fatalamanga.org.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!