Pubblicità d’epoca. Il treno in mostra

Lecce. Alle 21 inaugurazione della mostra al Museo Ferroviario della Puglia

LECCE – Sarà inaugurata stasera alle ore 21, al Museo Ferroviario della Puglia (via Codacci Pisanelli, 3 a Lecce) una mostra dedicata alle affiches pubblicitarie d’epoca, impiegate dalle maggiori compagnie europee ed americane per promuovere il turismo ferroviario. L’iniziativa è stata organizzata dall’Aisaf Onlus (Associazione ionico salentina amici ferrovie), gestore del Museo Ferroviario della Puglia, nell’ambito delle attività di avvio del museo e della sua definitiva apertura al pubblico, in collaborazione con l’assessorato alla Cultura del Comune. Nella mostra viene ripercorsa l’evoluzione dell’affiche ferroviaria, dalla fine dell’800 agli anni’50 del XX secolo, con l’esposizione di 44 riproduzioni di manifesti, in vari formati, reperiti dall’Aisaf presso musei ferroviari europei, ferrovie turistiche, editori internazionali. Fanno parte integrante della mostra alcuni diorami che riproducono suggestivi tratti di ferrovie europee, americane, italiane, modelli in scala, cimeli ferroviari. L’originale mostra è stata allestita in due carrozze d’epoca tipo “Centoporte” degli anni’30, che fanno parte della raccolta di rotabili storici presenti all’interno del Museo Ferroviario della Puglia. Dopo il taglio del nastro ad opera del sindaco Paolo Perrone è prevista un’apertura serale straordinaria del museo che sarà pertanto visitabile attraverso visite guidate organizzate dai soci dell’Aisaf. La mostra ed il museo potranno essere visitati successivamente solo su prenotazione, attraverso visite guidate da concordare con l’Aisaf, telefonando al numero 335 6397167.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!