Incendi boschivi. Protocollo Regione-Corpo forestale

Bari. La Regione ha affidato al CFS la direzione delle operazioni di spegnimento delle fiamme, impegnandosi con 350mila euro per l’acquisto di automezzi

BARI – E' stato sottoscritto venerdì sera l'Accordo di programma tra la Regione Puglia e il Corpo Forestale dello Stato per la definizione delle modalità di collaborazione nelle iniziative di contrasto agli incendi boschivi per la campagna AIB – anti incendi boschivi 2011. Attraverso l'accordo, sottoscritto dall'assessore alla Protezione civile Fabiano Amati e il comandante regionale del Cfs Giuseppe Silletti, la Regione Puglia, così come previsto dall'Accordo quadro nazionale regolante i rapporti tra CFS e Regioni, affida al CFS i compiti di collaborazione nella lotta attiva agli incendi boschivi, ivi compresa la sorveglianza e la prevenzione, nonché la direzione delle operazioni di spegnimento, di monitoraggio rilevazione statistica e perimetrazione delle superfici percorse dal fuoco. La Regione Puglia affida al Corpo Forestale dello Stato il coordinamento tecnico del servizio regionale di previsione, prevenzione e lotta attiva contro gli incendi boschivi sul territorio regionale nel rispetto delle direttive emanate dal Dipartimento della Protezione Civile. In particolare, secondo l'accordo il C.F.S. concorre nella conduzione della Sala Operativa Unificata Permanente (S.O.U.P.), assicura la presenza di un D.O.S. per distretto operativo, impegna il proprio sistema di comunicazione, il personale, le attrezzature, le macchine e gli automezzi; la Regione Puglia si impegna a contribuire al potenziamento dei sistemi e dei mezzi operativi del C.F.S. Con riferimento inoltre al periodo di grave pericolosità di incendi boschivi, il Corpo Forestale dello Stato provvede a redigere, d’intesa con l’A.R.I.F. e con il Servizio Protezione Civile della Regione, un programma operativo, articolato nell’ambito di ciascuna provincia in Distretti Operativi A.I.B., finalizzato all’impiego coordinato delle strutture, dei mezzi e del personale disponibile, sulla base del vigente Piano regionale di previsione, prevenzione e lotta attiva contro gli incendi boschivi (aggiornamento 2009). I Comandi Provinciali del C.F.S. dunque, d’intesa con l’A.R.I.F. e gli uffici regionali territorialmente competenti, elaborano per singola provincia e per zone omogenee di intervento, i piani operativi locali per l’impiego coordinato delle squadre (comprese quelle del C.F.S.) e dei mezzi A.I.B., in cui siano evidenziate le dislocazioni dei punti fissi e mobili di avvistamento e delle squadre di pronto intervento nonché i turni di servizio, i mezzi e le attrezzature in dotazione per singola postazione, da trasmettere per conoscenza alla S.O.U.P. prima dell’inizio del periodo di grave pericolosità per gli incendi. La Regione Puglia affida al Corpo Forestale dello Stato la direzione delle operazioni di spegnimento degli incendi boschivi, con il concorso dei mezzi aerei convenzionati dalla Regione e dello Stato. Il servizio è articolato territorialmente in 20 Distretti operativi A.I.B ed è assicurato quotidianamente e per 24 ore al giorno. La Regione al fine di migliorare ed incrementare le azioni di contrasto agli incendi boschivi, si impegna a contribuire alle spese per il potenziamento del parco automezzi del C.F.S. da impegnare per il monitoraggio ed il contrasto degli incendi boschivi, con un importo pari a 350mila euro mediante l’acquisto di automezzi. Per l’anno 2011, il C.F.S. si impegna all’espletamento delle funzioni stabilite dell'Accordo di programma per tutta la durata della compagna Aib, dal 15 giugno fino al 15 settembre, a concorrenza dell’importo complessivo di 790mila euro 10/06/2011 Incendi boschivi. Una convenzione Regione-Vigili del fuoco Una campagna per contrastare gli incendi estivi intervenendo per tempo ed in maniera più efficace per domare le fiamme. Alcuni episodi si sono purtroppo già verificati; con l’aumento delle temperature molta vegetazione pugliese è infatti a rischio ed ogni anno, a fine estate, la regione si trova a fare la conta dei danni, sempre piuttosto ingenti. Ma una convenzione firmata ieri, in serata, presso la Prefettura di Bari, tra la Regione Puglia e la Direzione regionale Vigili del fuoco, si pone l’obiettivo di trovare per tempo le soluzioni. Il protocollo è stato sottoscritto dall'assessore regionale alle Opere pubbliche e Protezione civile Fabiano Amati, il direttore regionale dei Vigili del fuoco Michele Di Grezia e Antonella Bellomo della Prefettura di Bari ed ha per oggetto le attività tecnico- organizzative della campagna antincendi boschivi della Regione Puglia. Il documento prevede tra le altre cose il potenziamento delle unità operative mediante l'impiego di squadre operative di Vigili del fuoco e l'attivazione di presidi di Vigili del fuoco presso la sala operativa della direzione regionale dei Vigili e presso la Soup (sala operativa unificata permanente) regionale. In aggiunta a quelle ordinariamente in servizio, durante il periodo compreso tra il 15 giugno e il 15 settembre (considerato di grave pericolosità) le “squadre Aib (anti incendi boschivi) saranno potenziate di una unità per ogni territorio di competenza di ciascun comando provinciale dei vigili. Nel periodo compreso tra il primo luglio e il 31 agosto 2011 inoltre, sono previste ulteriori sei squadre Aib aggiuntive, una per ogni territorio di competenza dei comandi provinciali di Bari, Brindisi, Lecce e Taranto e due di Foggia.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!