Turismo verde e sociale: finanziamenti a fondo perduto

Gal Capo di Leuca. In arrivo aiuti per la ricettività nei centri storici, masserie didattiche e fattorie sociali

Fino al 50% a fondo perduto per incrementare la ricettività nel Capo di Leuca e precisamente nei 18 Comuni aderenti all’omonimo Gal. C’è tempo fino al 1 agosto per presentare le domande. Obiettivo: dar vita a masserie didattiche, fattorie sociali, agenzie di servizi turistici. Sono stati infatti pubblicati quattro bandi pubblici per la presentazione di domande di aiuto: Misura 313 – Azione 4 – Commercializzazione e promozione dell’offerta di turismo rurale Azione 5 – Creazione di strutture di piccola ricettività. Misura 311 – Azione 2 “Investimenti funzionali alla fornitura di servizi educativi e didattici alla popolazione, con particolare riferimento a quella scolare e studentesca – masseria didattica” Azione 3 “Investimenti funzionali alla fornitura di servizi socio-sanitari a vantaggio delle fasce deboli della popolazione – fattoria sociale”. Le domande per entrambi i bandi dovranno essere inviate entro e non oltre il 1 Agosto 2011, che rappresenta la prima scadenza periodica, in quanto è un bando con una procedura a “bando aperto – stop and go”, che consente la possibilità di presentare domande sino al completo utilizzo, per ciascuna azione, delle risorse finanziarie attribuite nell’ambito dei bandi. Gli interventi finanziati dovranno ricadere nei seguenti 18 Comuni: Acquarica del Capo, Alessano, Castrignano del Capo, Corsano, Gagliano del Capo, Miggiano, Montesano Salentino, Morciano di Leuca, Nociglia, Patù, Presicce, Ruffano, Salve, Specchia, Taurisano, Tiggiano, Tricase e Ugento. Con l’azione 4 della Misura 311 si prevede l’apertura o il consolidamento di agenzie di servizi al turismo con il cofinanziamento dell’acquisto di arredi e attrezzature, per l’organizzazione di spazi destinati alla divulgazione ed esposizione e le spese per le attività di consulenze specialistiche, progettazione e realizzazione di strumenti espositivi e divulgativi, per l’esposizione, l’illustrazione e la divulgazione, ideazione, produzione, stampa e diffusione di materiali informativi e divulgativi (opuscoli, brochure, manifesti). Il sostegno sarà concesso nella forma di contributo a fondo perduto pari al 50% della spesa ammessa ai benefici, pari a euro 60.000,00. Mentre l’azione 5 prevede il cofinanziamento prevede la ristrutturazione di immobili, con l’acquisto di arredi e di attrezzature per lo svolgimento di attività ricettive organizzate in forme innovative di ospitalità, con l’esclusione dei Bed and breakfast. Le strutture ammesse a finanziamento devono avere caratteristiche compatibili con le specificità edilizie/architettoniche del patrimonio edilizio storico e devono ricadere nei centri storici, e/o in aree limitrofe. Ammesse al finanziamento sono le strutture di piccola dimensione non classificate come strutture alberghiere, di cui alla Legge Regionale n. 11/1999, artt. 41 e 46. Il sostegno sarà concesso nella forma di contributo a fondo perduto pari al 50% della spesa ammessa pari a euro 150.000,00. Con la pubblicazione del Bando 311 Azione 2 e 3 si vuole sviluppare fortemente la multifunzionalità dell’impresa agricola, grazie ad un contributo a fondo perduto pari al 50% della spesa ammessa ai benefici, pari ad euro 200.000,00 per l’azione 2, ed euro 150.000,00 per l’azione 3. Per ciò che riguarda l’Azione 2, l’azienda agricola dovrà produrre certificato di riconoscimento previsto dalla Legge Regionale 26 febbraio 2008, n. 2 relativa alle Masserie Didattiche. La realizzazione della fattoria sociale cofinanziata con l’Azione 3 è un’impresa economicamente e finanziariamente sostenibile che svolge l’attività produttiva agricola in modo integrato con l’offerta di servizi culturali, educativi, assistenziali, formativi ed occupazionali a vantaggio di soggetti deboli, anche in collaborazione con i vari Ambiti Territoriali di Zona e con il mondo del terzo settore. La “fattoria sociale” è l’azienda agricola in cui alcuni spazi e processi produttivi sono allestiti in modo da promuovere la realizzazione di beni e servizi a forte valenza socio-educativa sia per educare i bambini e i giovani ad osservare e rispettare la natura per i processi biologici che la animano e che sono essenziali per le produzioni agricole, sia per favorire la realizzazione di attività terapeutico – riabilitative e di socializzazione assai importanti per il percorso di inclusione sociale di soggetti deboli e segnatamente di disabili, di minori in condizioni di disagio psico-sociale e di anziani. I bandi in originale e i relativi allegati sono disponibili anche presso tutti i 18 Comuni dell’Area e sul sito internet: www.galcapodileuca.it. Per maggiori informazioni occorre rivolgersi allo SPORTELLO INFORMATIVO presso la sede del GAL “Capo S. Maria di Leuca” in Piazza Pisanelli (Palazzo Gallone) a Tricase (Tel. 0833.545312, Fax 0833.545313, email: [email protected]), aperto al pubblico il Martedì e Venerdì dalle ore 10.00 alle ore 13.00 e il Lunedì e Mercoledì e Giovedì dalle ore 17.00 alle ore 19.00.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!