Confindustria: Quarta e Bitetto in Giunta

Lecce. Due new entry prestigiose nell'organo di governo degli industriali

Continua il rinnovo dei componenti degli organi interni a Confindustria Lecce. Con l’elezione di Piernicola Leone de Castris a presidente di Confindustria Lecce, la Sezione Industrie Alimentari, che lo aveva indicato quale componente della Giunta dell’Associazione, ha proceduto alla sua sostituzione, eleggendo Antonio Quarta, della storica azienda “Quarta Caffè”. Anche la Sezione Logistica e Trasporti, che aveva indicato quale suo rappresentante in Giunta, Vito Margiotta, attuale vice presidente, ha proceduto alla sua sostituzione, indicando Cinzio Bitetto, di Trenitalia, quale nuovo delegato nell’organo allargato dell’Associazione. Tanto perché presidente e vice presidenti di Confindustria Lecce sono componenti di diritto della Giunta. “Si tratta di nomi importanti – ha affermato Leone de Castris, commentando la nomina di Quarta e Bitetto – che, insieme agli altrettanto validi colleghi, componenti la Giunta di Confindustria Lecce, non mancheranno di portare il proprio contributo, il proprio bagaglio di esperienze professionali, culturali e sociali. La Quarta Caffè è un’azienda rinomata che, da sempre, si è contraddistinta per il rispetto delle regole, per la qualità delle produzioni, per la capacità di stare sul mercato. Un esempio al quale tutti insieme dobbiamo cercare di tendere. Il collegamento con Trenitalia, invece, costituirà una sponda di rilievo, soprattutto, per impostare corrette politiche di sviluppo logistico, infrastrutturale e della mobilità nel nostro territorio”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!