Immigrati. Veliero tenta di confondersi nella regata. Lo ferma la Finanza

LECCE – Da sempre il Canale d’Otranto è crocevia di popoli e migranti, una porta sospesa tra Oriente e Occidente, di storie e destini che si incrociano. Dopo le grandi ondate migratorie degli anni Novanta, quando a migliaia giungevano sulle nostre coste dall’Albania, oggi la Puglia e il Salento sono tornati a essere terre di sbarchi e approdo di uomini e donne in cerca di un futuro migliore. Ad essere cambiata è la nazionalità dei profughi e le imbarcazioni utilizzate per i viaggi della speranza. Le carrette del mare, infatti,…

Leggi tutto