Bilancio… negativo

Melissano. Dalla farmacia, ai conti comunali in rosso all’investimento in nell’impianto eolico. Le emergenze del Comune che il futuro sindaco dovrà cercare di affrontare

MELISSANO – Sarà che il paese è piccolo e la gente mormora. Ma non è questo il punto. Il punto è andare a sentire su che cosa mormora. E allora si scopre che gli argomenti di discussione sono numerosi. Si avverte un diffuso malessere cittadino determinato da casse comunali ormai vuote. Pare che il debito del Comune si aggiri attorno ai 2 milioni di euro, che non è cosa da poco, considerando appunto che si tratta di un piccolo Municipio. Qualcuno attribuisce questa condizione ad un atteggiamento perlomeno sprovveduto, da parte dalla passata Amministrazione, in ambito economico. Molti cittadini non hanno gradito, ad esempio, l’aver venduto a privati la proprietà della farmacia comunale (trattenendo solo il 3%, come imposto dalla legge), aperta con molto sforzo e al termine di un percorso durato anni. Il primo anno di bilancio non positivo avrebbe scoraggiato l’Amministrazione, la quale avrebbe poi invece preferito investire, e non poco (un milione 620mila euro) nell’impianto eolico che sorge nel territorio al confine con Ugento e Racale.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!