Select your Top Menu from wp menus

Voglia di Unità? Ci vuole un fiore

Genova. Otto medaglie in tutto, cinque d’oro e tre d’argento, sono state tributate alle aziende salentine in concorso ad Euroflora, la fiera i internazionale del florovivaismo

GENOVA – Il Salento protagonista a “Euroflora 2011” con le sue più belle produzioni. Si sta svolgendo in questi giorni, e si concluderà il 1° maggio, a Genova, la più importante fiera internazionale del settore floro-vivaistico. Il claim della manifestazione in questa edizione è stato il “Fiore che unisce”, un vero e proprio invito a condividere e riscoprire le ragioni profonde di una pacifica convivenza tra gli uomini, attraverso il mantenimento di un equilibrato e quotidiano rapporto con la natura. La Provincia di Lecce insieme a Regione Puglia, Unioncamere Puglia e Provincia di Bari hanno curato l’allestimento di uno spazio espositivo unico, in cui tutti i produttori sono stati protagonisti. Otto le medaglie riconosciute da giurie di esperti di rilievo internazionale, un risultato senza precedenti che premia la provincia salentina. “Grazie alle qualificate professionalità e competenze dei nostri operatori sono stati, ad oggi, ben cinque medaglie d’oro e tre d’argento i premi che i salentini sono riusciti a spuntare in una competizione internazionale così importante – ha dichiarato l’assessore all’Agricoltura e risorse del mare della Provincia di Lecce Francesco Pacella -. Si tratta di riconoscimenti che attestano il livello e la qualità che i nostri operatori hanno raggiunto in questi anni, in un settore dell’economia che occupa ben 560 ettari di territorio, coinvolgendo in modo particolare le realtà di Leverano e di Taviano, veri poli di eccellenza a livello nazionale”. Gli attestati che sono arrivati al Salento testimoniano un trend in crescita di un settore economico assai vitale. Le medaglie d’oro sono state assegnate per la produzione della “crisantemina” all’azienda agricola di Cagnazzo Rocco, per la produzione delle “calle colorate” all’azienda agricola di Perrone Salvatore Natalino, per la produzione del “garofano” all’azienda agricola Pittuini, per la produzione di “statice” all’azienda floricoltura Albano ed, infine, per la produzione della “bocca di leone” all’azienda di Landolfo Cosimo. Sono state, invece, assegnate le medaglie d’argento per la produzione di “gerbere” all’azienda agricola La Macchia Maria Antonietta, per la produzione di “calle bianche” all’azienda di Durante Maria Antonia e al negozio di fiori “Bora Bora” di Leverano. Articolo correlato: Euroflora. Puglia d’oro

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!