Sequestro al profumo d’incenso

Leuca. La Finanza ha sequestrato 720 incensi in stick perché privi di etichetta identificativa delle componenti e segnalato il cittadino marocchino che li vendeva

SANTA MARIA DI LEUCA – I Finanzieri della Tenenza di Leuca hanno portato a termine una operazione nel settore della sicurezza dei prodotti che ha consentito il sequestro 720 incensi a combustione in stick, noti per profumare l’ambiente, sprovvisti delle indicazioni e precauzioni d’uso in italiano, attualmente “osservati speciali” dalla Comunità Europea per la loro pericolosità. L'intervento è stato effettuato l’altra sera, nel corso di un'attività finalizzata alla prevenzione nel settore della tutela del mercato dei beni e servizi, nel comune di Gagliano del Capo, nei confronti di un cittadino di origine marocchina. La merce sequestrata non recava, infatti, le prescritte indicazioni dell’eventuale presenza di materiali o sostanze che possono arrecare danno all’uomo, alle cose o all’ambiente; dei materiali impiegati e dei metodi di lavorazione, ove questi siano determinanti per la qualità o le caratteristiche merceologiche del prodotto; le istruzioni e le eventuali precauzioni e destinazioni d’uso, ove utili ai fini di fruizione e sicurezza del prodotto. L’attività si è conclusa con la confisca della predetta merce e con la segnalazione amministrativa del responsabile, un marocchino di 35 anni.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment