Portualità turistica. Finanziamenti nel Salento

Quasi 20 milioni di euro per Castro, Melendugno, Lecce e Castrignano del Capo. Le risorse per la realizzazione delle opere giungono dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e dal Fesr 2007 – 2013

Castro, Melendugno, Lecce e Castrignano del Capo sono i Comuni interessati alla ripartirtizione delle risorse previste nell'ambito dell’Accordo di Programma Quadro “Realizzazione di interventi a sostegno dello Sviluppo locale” tra il Ministero dello Sviluppo Economico e della Regione Puglia. A Melendugno, sarà finanziato il progetto delle “Opere di difesa e rinascimento del molo foraneo del Porto Turistico di stazionamento di San Foca” per il complessivo importo di 3 milioni di euro. A Castro, il Comune, con due richieste, ha avanzato la necessità di ottenere il finanziamento di 470mila euro (200 + 270) per la realizzazione dei “Lavori di ripristino della pavimentazione della banchina del molo foraneo”. In base alle residue disponibilità finanziarie dell’intero programma, è stata riconosciuta la somma di 465.277,80 euro. L’intervento di messa in sicurezza della struttura portuale e adeguamento agli standard qualitativi minimi – per un complessivo importo di 3.330.00,00 euro – è stato ammesso a finanziamento nell’ambito del P.O. Fesr 2007 – 2013, all’interno della pianificazione del 1° stralcio di “Area Vasta”. E' stata, invece, confermata al Comune di Lecce l’assegnazione del finanziamento di 6.500.000 euro di quota pubblica per la realizzazione del porto turistico in località San Cataldo, del complessivo importo di 22.500.000 euro di cui 16.000.000 a carico di provati. L’assegnazione è subordinata al perfezionamento delle procedure tecnico – amministrative e con ulteriori precisazioni e informazioni sull’avanzamento dell’iter procedurale. Infine, il Comune di Castrignano del Capo ha trasmesso la relazione sulla validazione del progetto di “Ripristino delle strutture portuali danneggiate nelle mareggiate del 4 e 7 dicembre 2008 e ripristino dei fondali aree transiti” del complessivo importo di 8.219.432,20 euro (nella marina di Leuca). Quegli eventi eccezionali causarono danneggiamenti alla mantellata esterna, al piano di banchina del 3° braccio del molo foraneo e al segnalamento luminoso, al punto da far interdire completamente l’uso della banchina del 3° braccio. Tutti i Comuni hanno confermato l’impegno a procedere all’attuazione dell’intervento con apposito crono programma. Gli interventi ammissibili nell’ambito dell’accordo sono stati selezionati sulla base delle risultanze dello studio di fattibilità eseguito da “Invitalia” – Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo di impresa S.p.A., di cui la Giunta Regionale ha preso atto. La quota complessiva messa a disposizione è di 18.184.710 euro a valere sulla delibera Cipe 138/00 e ricompresa nell’accordo. Le risorse finanziarie disponibili per la realizzazione degli investimenti rivengono da risorse di competenza del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e dal PO Fesr 2007 – 2013.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment