Gianni De Benedittis e un 'ciak' per il Premio Verdone

Lecce. Al XII Festival del Cinema Europeo, una sezione dedicata alle giovani scoperte. La targa premio è stata realizzata dall’orafo-designer salentino

LECCE – Domani torna a Lecce la XII edizione del Festival del Cinema Europeo. Anche quest’anno per la seconda edizione ci sarà il “Premio Mario Verdone”, nato proprio a Lecce, in occasione del Festival, lo scorso anno. Che la famiglia (Luca, Silvia e Carlo) dell’ illustre studioso e critico cinematografico Mario Verdone, consegnerà ad un giovane autore che si è contraddistinto nel panorama del cinema. “Un’onomatopèa che si fa gioiello, il tradizionale ciak del cinema, in plexiglas nero con finiture in argento, come la bobina srotolata in basso con il logo del Festival: l’occhio cigliato che quest’anno brilla di diamanti neri, ad auspicare una carriera di preziosi successi per il vincitore” dice Gianni De Benedittis, della targa-premio da lui realizzata. Tanti i successi per il giovane designer-orafo ed una ricca collaborazione con il mondo del cinema. Ricordiamo una linea di gioielli da lui creata per Martina Colombari, che l’attrice indossa nella serie televisiva “Al di là del lago” con la regia di Raffaele Mertes e, per il grande schermo, gli orecchini di Laura Morante nel film “Appuntamento ad Atene” con la regia di Ruggero Diapola. E poi la collaborazione con il regista Ferzan Ozpetek: sono stati disegnati da Gianni De Benedittis, infatti, i gioielli indossati dagli attori nel film “Mine Vaganti”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!