Meccanica ed energia. La Puglia ad 'Hannover Messe'

Sono 13 i saloni presenti alla manifestazione. Tra questi, l’interesse della aziende pugliesi si concentra su “Industrial Supply” ed “Energy”, ai quali partecipano 12 imprese, 6 per ogni salone

Continua lo slancio della Puglia sui mercati internazionali ('Progetti – Settore': la Puglia sul mercato estero). Dopo Abu Dhabi, le imprese locali volano in Germania per “Hannover Messe”, la manifestazione dedicata ai settori dell'edilizia meccanica e delle energie rinnovabili. Sono 13 i saloni presenti all’evento. Tra questi, l’interesse della aziende pugliesi si concentra su “Industrial Supply” ed “Energy”, ai quali partecipano 12 imprese, 6 per ogni salone. Partecipano, in questi giorni e fino all'8 aprile, al salone “Industrial Supply” la “Block Shaft srl” di Fasano (Br); la “Cmt” di Modugno (Ba); la “Karborek spa” di Martignano (Le); la “Meccanica Rizzello srl” di Taurisano (Le); la “Petrone Oleodinamica” di Gravina di Puglia (Ba); la “Pgm Produzione guarnizioni motori srl” di Posta San Lorenzo (Fg). Per il salone “Energy” sono presenti “Geatecno” di Bari; “Daiet” di Cisternino (Br); “Mec Prod” di Ostuni (Br); “Dld Elettronica” di Taranto; “Entalpia Engineering” di Corato (Ba); “Il Sole Mio Energy Point srl” di San Severo (Fg). L'obiettivo della partecipazione è la ricerca di nuove opportunità di scambi commerciali per le imprese che si occupano di ingegneria meccanica e di energie rinnovabili. “Industrial Supply” è una fiera leader per la subfornitura di servizi, materiali, componenti e sistemi per l’ingegneria meccanica ed automobilistica ed ha l’obiettivo di presentare sul mercato tedesco una vetrina delle eccellenze e delle novità nel settore della subfornitura meccanica europea e mondiale. “Energy” è invece la principale fiera internazionale dedicata alle soluzioni e alle tecnologie per la produzione, la fornitura, la trasmissione e la distribuzione energetica e per lo sviluppo delle fonti energetiche rinnovabili e dell’economia energetica. Per gli operatori “Hannover Messe” non è solo uno strumento promozionale, ma anche un momento di confronto con le ultime novità del settore. L’evento si presenta infatti come il centro nevralgico per lo scambio di esperienze e di “know – how” tra ingegneri, ricercatori e imprenditori e come un trampolino di lancio di nuovi prodotti e processi tecnologici. Da qui l’interesse delle aziende pugliesi a rafforzare la propria immagine come partner commerciale valido e affidabile e a mostrare la propria eccellenza sia nella meccanica che nelle energie rinnovabili. Ma la Regione accompagna le aziende anche per mostrare loro le opportunità di collaborazione economica con la Germania e per consolidare i rapporti istituzionali dopo l’istituzione nel 2007 dei desk Puglia nelle sedi di Berlino, Francoforte e Lipsia della Camera di Commercio Italiana per la Germania, quale importante strumento per favorire i rapporti commerciali. E infatti proprio oggi gli operatori potranno assistere ad una presentazione del mercato tedesco a cura dell’ufficio di Berlino della Camera di Commercio italiana per la Germania, mentre per tutti i giorni della manifestazione avranno modo di partecipare agli incontri business to business, organizzati dallo Sprint Puglia, lo Sportello regionale che svolge il ruolo di braccio operativo della Regione Puglia in materia di internazionalizzazione. “Hannover Messe – ha spiegato la vicepresidente e assessore allo sviluppo economico, Loredana Capone – è un appuntamento atteso e ritenuto particolarmente importante sia perché la Germania è per la Puglia un partner commerciale di lunga tradizione, sia perché i due saloni, Industrial Supply ed Energy, riguardano settori particolarmente strategici per la nostra regione, nei quali la Germania ha una posizione leader in Europa. La Puglia avrà modo grazie a questa partecipazione di rafforzare e consolidare ulteriormente l’export verso la Germania”. E a proposito di esportazioni, non si può non sottolineare la crescita nel 2010 di vari comparti della meccanica in particolare quello degli autoveicoli, dove si registra un aumento su base annua del 113,8% (Fonte Istat). Articoli correlati Export da record: a Sud in testa la Puglia con +20,2% (14 marzo 2011)

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment