Select your Top Menu from wp menus

Confindustria. Leone De Castris presidente

Lecce. Presentati i quattro vice presidenti e gli indirizzi generali del proprio mandato triennale

Si è tenuta nel tardo pomeriggio di ieri l’assemblea della Giunta di Confindustria Lecce, nella quale, come da Statuto, il presidente designato, Piernicola Leone de Castris, ha presentato i quattro vice presidenti e gli indirizzi generali del proprio mandato. Il presidente, infatti, nel corso del triennio di attività è affiancato dai vice presidenti di diritto per la Piccola Industria e dei Giovani Imprenditori, e da quattro vice presidenti elettivi di cui uno con funzioni vicarie. Partendo dalla crisi finanziaria globale, Leone de Castris ne ha illustrato gli effetti sul contesto economico produttivo territoriale, evidenziando il punto di partenza dell’azione confindustriale per lo sviluppo e la competitività del territorio salentino. Il Salento dovrà puntare su produzioni di qualità, di eccellenza, sia nei settori del made in Italy tradizionale, sia in settori che possono dare un vantaggio comparato sui mercati mondiali, naturalmente in un contesto dove si continui a mantenere alto il livello di sicurezza e legalità. Un ampio passaggio sul ruolo di Confindustria Lecce quale organismo di rappresentanza e di guida delle imprese, che diventano soggetto attore e promotore dello sviluppo economico, sociale, culturale. In tale ottica, Confindustria Lecce continuerà nel proficuo rapporto e confronto con Istituzioni, enti territoriali, istituti di credito, università, sindacati, e tutti gli stake holders territoriali. Non è stato trascurato il confronto con la Politica, verso la quale l’Associazione manterrà una posizione di distacco dalle posizioni partitiche per assumere un ruolo propositivo e collaborativo. L’impresa come motore di crescita e di sviluppo è stato l’altro grande tema della relazione presentata, nella quale Leone de Castris ha evidenziato la necessità di promuovere l’innovazione e l’internazionalizzazione del territorio, attraverso una forte spinta all’aggregazione e all’utilizzo di importanti strumenti ad hoc, quali le reti d’impresa. Il presidente designato ha concluso, poi, la sua relazione dedicando un ampio spazio al cambiamento e a come Confindustria Lecce dovrà assecondare l’evoluzione economica territoriale: punto di partenza la struttura che dovrà crescere e supportare le imprese nella loro sfida con la globalizzazione. Al termine del dibattito, la Giunta ha approvato il programma e confermato la nomina dei seguenti vice presidenti: Vincenzo Benisi, della Megatex Spa (vicario); Giuseppe Mazzardo di Poste Italiane Spa; Ennio Montinaro di Montimare Spa; Vito Margiotta, Ecomet srl. aggiornamento delle 16:30 L’incontro è previsto per le ore 17.30 di oggi ma già dalle indiscrezioni è possibile farsi un’idea di quale sarà l’esito della seduta. Piernicola Leone De Castris, titolare dell’azienda vitivinicola Leone De Castris si Salice Saletino, sarà il prossimo presidente di Confindustria. In qualità di videpresidente vicario, avrà al suo fianco Enzo Benisi, amministratore della Megatex di Melissano. I tre vicepresidenti saranno Ennio Montinaro, di Monticava; Vito Margiotta, titolare della Ecomet di Maglie, veterano di Confindustria, a cui è iscritto da più di 20 anni; e Giuseppe Mazzardo, direttore di Poste Italiane. Queste cariche valorizzerebbero tutti i settori economici, dall’agroalimentare, rappresentato dallo stesso presidente, al Tac, dall’edilizia, ai trasporti ai servizi. E questo è in effetti proprio l’obiettivo di Leone De Castris, che nel suo programma punterà allo sviluppo del territorio e valorizzazione del ruolo di Confindustria come volano per l’economia locale. 5 aprile 2011 – Confindustria. Oggi la designazione del presidente Dovremmo esserci. E’ stata convocata per oggi la Giunta in cui il presidente designato di Confindustria, Piernicola Leone De Castris, sarà chiamato ad esporre il suo programma e ad indicare i nomi dei quattro vicepresidenti che lo affiancheranno. Proprio a proposito di questi nomi nei giorni scorsi ci sono state polemiche sull’opportunità di due nomi trapelati. Su tutti quello di Giacinto Colucci, in quanto uno dei tre saggi che si è occupato dalla successione di Piero Montinari; ed Ennio Montinaro, in quanto nipote di uno dei tre saggi (Mario Montinaro). Nessun problema dovrebbe invece esserci sugli altri due proposti vice-presidenti: Giuseppe Mazzardo, direttore di Poste Italiane Spa (una delle società con il maggior numero di voti in Associazione), ed Enzo Benisi, amministratore dell’azienda Megatex di Melissano, per il quale una conferma quale vice-presidente significherebbe un ritorno in grande stile in Confindustria, dopo le ingiuste accuse di cui è stato oggetto. Dottore commercialista, 49 anni, Piernicola Leone De Castris è già stato presidente della Sezione Industrie Alimentari. Proprio nei giorni scorsi ha ricevuto il prestigioso riconoscimento di essere inserito nell’Accademia italiana della vite e del vino. De Castris era già membro dell'Accademia dei Georgofili dal 2002 e dell'Accademia della Cucina Italiana dal 2010. Si tratta di tre Accademie di grande prestigio i cui componenti rappresentano chi si è distinto nelle attività. Articoli correlati Protagonisti e retroscena delle elezioni in Confindustria Leone De Castris nell'Accademia del vino

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!