Servizi sociali. Nuovo intervento del Pd

Casarano. Cosimo dei Baroni, segretario cittadino del Partito democratico ritiene l’Amministrazione comunale “incapace di elaborare adeguate politiche di sviluppo”

CASARANO – Nuovo intervento del segretario cittadino del Pd, Cosimo Dei Baroni, sulla lettera dei parroci della città, definita “autorevole, inusuale e senza precedenti”, inviata al sindaco Ivan De Masi che lo invitava a non disperdere i progetti delle Politiche sociali avviati dall’ex assessore Giulia Tenuzzo. “Chi sostiene l’amministrazione comunale della nostra Città – si legge nella nota – strumentalmente, ha voluto evidenziare nella lettera dei Parroci non la preoccupazione per il fatto che, a distanza di oltre due mesi dalle dimissioni assessorili, il sindaco non riesce a dare adeguato sostegno alle politiche verso i più deboli, ma una presunta presa di distanza da ciò che ha causato le dimissioni: la decisione del Partito Democratico di uscire fuori dalla maggioranza”. Dopo aver ricordato le già note motivazioni dell’uscita del Pd dalla maggioranza, il segretario ritiene che l’amministrazione comunale si sarebbe rivelata incapace di “elaborare adeguate politiche di sviluppo e di interloquire autorevolmente con la Regione Puglia e il Governo Nazionale, per dare risposte adeguate alla gravissima crisi occupazionale che rischia di minare irreversibilmente la coesione sociale della nostra comunità e la serenità di tante nostre famiglie”. Ai parroci, Dei Baroni chiede “sommessamente e senza polemica, non pensate che un vostro autorevole intervento su questi aspetti della vita cittadina, avrebbe reso un servizio migliore al paese, rispetto alla lettera che avete inviato al sindaco?”. La nota, infine, ricorda che il sindaco “ha impegnato il dibattito politico cittadino e l’attività amministrativa per molti mesi su argomenti che la riguardano in modo diretto o indiretto (biomasse e fideiussione stadio, ndr). A questo si aggiungano, ancora, i gravi ritardi che pesano su importanti progetti di riqualificazione urbana o dell’Auditorium comunale che rischiano di far perdere i finanziamenti faticosamente conquistati”. Articoli correlati: 'Avanti il progetto della Tenuzzo' (21 marzo 2011) Politiche sociali. Il documento del Pd (22 marzo 2011)

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!