Unità d'Italia. Arriva Paolo Mieli

Lecce. Il noto giornalista, giovedì 17, alle 17.30, parteciperà al ciclo di incontri culturali sul Mezzogiorno.

Quinto appuntamento con il ciclo di incontri – dibattito sul tema “Il Mezzogiorno nell’Italia Unita”. L’evento rientra nell’ambito dei festeggiamenti per i 150 anni dell’Unità. Giovedì 17 marzo, alle 17.30 nell’aula magna dell’Istituto Marcelline di Lecce, è prevista la presenza del professor Paolo Mieli, giornalista, presidente di Rcs Libri. Si tratta di uno dei giornalisti più affermati del panorama nazionale, tra i più lucidi interpreti degli avvenimenti storici italiani. Mieli ha iniziato la sua carriera giornalistica ad appena 18 anni collaborando con l’Espresso. E’ stato direttore de La Stampa e del Corriere della Sera. Da alcuni anni tiene regolarmente un seminario sulla “Storia della prima Repubblica” presso la facoltà di Scienze Politiche dell'Università Statale di Milano. E’ membro del comitato scientifico della Fondazione Italia Usa e della Fondazione Sum, legata all'Istituto Italiano di Scienze Umane . Nell’incontro di domani a Lecce, Paolo Mieli farà un lungo intervento su “La letteratura del Risorgimento”. La manifestazione è stata promossa dal Comune di Lecce, dall’Università del Salento, dall’Azione Cattolica Italiana (Arcidiocesi di Lecce) e dal Corriere della Sera.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment