Start up: agevolazioni per 21 aziende salentine

Bari. Aggiornata, al 2 marzo, la lista delle microimprese ammesse a sostegno tramite il bando per i soggetti svantaggiati

Sono 19, in totale, le imprese salentine (su 75 complessive pugliesi) ammesse alle agevolazioni nell'ambito del Bando “Sostegno allo start up di microimprese di nuova costituzione realizzate da soggetti svantaggiati”. Il bando prevede che le imprese siano costituite per la maggioranza da candidati con queste caratteristiche: giovani tra i 18 e i 25 anni di età; persone tra i 26 e 35 anni che non abbiano ancora ottenuto il primo impiego regolarmente retribuito; soggetti al massimo trentacinquenni che nell'ultimo biennio dalla data di presentazione della domanda abbiano completato percorsi formativi coerenti con l'attività da intraprendere, finanziati o autorizzati dal sistema pubblico della formazione professionale (categoria nella quale rientrano i “Bollenti Spiriti”); persone di età tra i 45 e i 55 anni prive di un posto di lavoro o in procinto di perderlo; disoccupati di lungo periodo, ossia persone senza lavoro per 12 dei 16 mesi precedenti; donne di età superiore a 18 anni; imprese che abbiano ottenuto dalla Regione Puglia l'approvazione del programma di attività “Principi attivi – Giovani idee per una Puglia migliore”. Le microaziende da avviare devono essere di nuova costituzione e inattive al momento della presentazione della domanda, per questo non saranno ritenute ammissibili iniziative che siano di fatto in continuità operativa e gestionale o che si configurino come rilevamento o ampliamento di imprese preesistenti. I settori che potrebbero ricevere gli aiuti sono moltissimi. Si va dalla produzione industriale di pasti e piatti pronti, alla fabbricazione di tappeti, articoli in paglia, prodotti farmaceutici, e ancora computer, autoveicoli, costruzioni e attività di produzione cinematografica, design, interpretariato, attività di pulizia e organizzazione di convegni, imprese commerciali. L'elenco è integrato alla data del 2 marzo 2011 (con inizio il 1° giugno) Le aziende Giugno 2010 “Linda Srl” – Lizzanello – € 105.560,36 “Poster Sas di Anselmo Anselmi & C” – Galatina – € 75.364,63 “Rizzato Simona” – Monteroni di Lecce – € 37.236,00 Agosto 2010 “New Art” di Rossetti Giuseppe – Maglie – € 164.399,86 “De Iaco Fulvio” – Tricase – € 142.395,55 “Marimedia Srlu” – Lecce – € 166.852,05 Settembre 2010 “Aratour” di Martiriggiano Marcello – Aradeo – € 41.061,54 “Med Document” di Antonaci Mauro – Galatina – € 109.182,21 “Hakuna Matata” di Lagetto Lucia – Alezio – € 28.190,67 Novembre 2010 “Berlott srl” – Lecce – € 110.715,00 “Plasma Pack” – Galatone – € 169.720,42 “Calori Luigi Piero” – Supersano – € 55.462,94 “Panificio Biscottificio” di Paolo Fortunato – Lecce – € 222.161,95 “Spada Mario Biagio” – Gallipoli – € 299.450,00 “Ria Viaggi srl” – Taviano – € 94.898,25 “O.R. Project surl” – Campi Salentina – € 340.628,90 Gennaio 2011 “Art Gallery Srlu” – Sanarica – € 119.614,35 Pasticceria Romano Federica – Parabita – € 127.332,93 “Autolavaggio Self Area Toma Srl” – Ugento – € 178.448,45 “Ars Consulting Sas” di Cuomo Alessandro & C. – Lecce – € 36.006,27 Febbraio 2011 “Gli Econauti Srl” – Matino – € 99.600,30 L'ordine delle imprese presenti in elenco è per data di Determina e, in caso di pari data, per numero di provvedimento.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!