Imprenditoria, largo ai giovani. Accordo a tre

Bari. Trasformare le idee innovative in iniziative imprenditoriali. Il protocollo d’intesa tra Regione Puglia, Confindustria ed Arti favorisce l’interazione tra sistema pubblico e privato

BARI – Idee giovani che si trasformano in iniziative imprenditoriali innovative. Nella logica del “fare sistema” per fronteggiare le sfide della competizione globale, la Regione Puglia insieme ad Arti, Confindustria Bari e Bat e Confindustria Taranto, ha presentato ieri un protocollo d’intesa finalizzato a favorire la nascita di imprese innovative e creative e la partecipazione allo sviluppo del territorio di giovani donne e uomini pugliesi. L’accordo è stato illustrato dall’assessore regionale alle Politiche giovanili, Nicola Fratoianni, dalla presidente dell’Arti, Giuliana Trisorio Liuzzi e dal presidente di Confindustria Bari e Bat, Alessandro Laterza. Obiettivo del protocollo d’intesa, aperto alla firma di tutte le associazioni di categoria, è favorire e consolidare un’efficace interazione tra il sistema pubblico e quello privato e, soprattutto, invogliare l’imprenditorialità giovanile e femminile per contrastare la caduta occupazionale e favorire l’inserimento lavorativo dei giovani. Come? Da un lato, attraverso strumenti di promozione che la Regione si impegna a condividere con le associazioni imprenditoriali; dall’altro, attraverso servizi e competenze che queste ultime metteranno a disposizione di idee imprenditoriali innovative. “Accompagnare i giovani pugliesi nel mondo delle Imprese: è questo il principale obiettivo di questo protocollo d’intesa – ha spiegato Fratoianni –. Attraverso la promozione e la creazione di imprese giovanili e il supporto della Regione Puglia alle politiche e alle tante buone prassi che riguardano i giovani, puntiamo a trasformare in azioni concrete l’attenzione alle innovazioni e allo sviluppo delle imprese da sempre sostenute da questo Governo regionale”. “Oggi le donne e i giovani rappresentano la fetta più debole della nostra società – ha dichiarato la vicepresidente e assessora allo Sviluppo economico Loredana Capone -. Noi riteniamo invece che possano essere trasformati nella maggiore delle nostre risorse. Hanno dimostrato talento, creatività e spirito innovativo partecipando con successo a tanti dei nostri bandi. Con la firma del protocollo aggiungiamo un ulteriore tassello alle nostre politiche in favore di queste categorie. Siamo convinti che spingere l'autoimprenditorialità sia una strategia vincente dimostrata ancora una volta dall'aumento in Puglia di oltre 5mila imprese nel 2010, un dato, questo, che pone la nostra tra le prime regioni in Italia”. In questo senso, il raccordo tra politiche regionali e sistemi di impresa è garantito dall’Arti che, attraverso il progetto “Ilo”, realizza azioni di accompagnamento al marketing delle idee imprenditoriali e di valorizzazione economica dei risultati della ricerca. “Il protocollo – ha spiegato Giuliana Trisorio Liuzzi – si inserisce in una linea di continuità con le azioni messe in campo dagli assessorati allo Sviluppo economico e alle Politiche giovanili della Regione. Azioni, tra cui la Start Cup Puglia, che potenziano la propria efficacia anche grazie alle sinergie sviluppate con il Programma Bollenti Spiriti; in particolare, l’attività di scouting dei progetti innovativi realizzata da Principi Attivi rappresenta per noi un importante serbatoio di idee innovative. Estendendo queste sinergie anche a Confindustria, il circolo virtuoso dell’innovazione, della crescita economica e della coesione sociale si chiude”. Stessa convergenza di obiettivo anche per Confindustria Bari e Bat, il cui presidente Laterza ha chiarito le ragioni che hanno determinato l’accordo di partenariato. “Attraverso questo protocollo d’intesa – ha detto – abbiamo pensato, insieme alla Regione Puglia e all’Arti, di individuare le modalità per sostenere quei progetti beneficiari di misure regionali a favore dell’imprenditorialità giovanile che siano in grado di suscitare un interesse da parte degli imprenditori. In questo modo contiamo di produrre un vantaggio complessivo: per le imprese, per i giovani, per lo sviluppo del territorio regionale”. Il primo passo verso l’attuazione del protocollo d’intesa è l’istituzione di un tavolo tecnico presso la Regione il quale definirà obiettivi specifici e modalità di funzionamento delle iniziative. Obiettivi del tavolo tecnico sono condividere gli strumenti ed i risultati delle iniziative regionali di promozione della creazione di impresa e di attivazione giovanile, individuare le azioni che le associazioni di categoria possono mettere a disposizione, selezionare le iniziative da intraprendere ed i risultati previsti. Le attività del tavolo si concluderanno con una proposta di calendario di iniziative e con la definizione degli obiettivi da raggiungere entro il primo semestre del 2011. Articoli correlati: Piano del Lavoro: incontro con le organizzazioni datoriali (20 gennaio 2011) Al Sud boom di baby 'capitani' (7 marzo 2011) Il Sud culla di imprese. Puglia, ottimo piazzamento (11 marzo 2011)

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment