La città racconta ‘Storie di donne’

Casarano. L’assessora Mariano ha presentato la mostra fotografica “Mani(di)donne” che apre il calendario di eventi, domenica 13 marzo

CASARANO – L’amministrazione comunale, in occasione dell’8 marzo, lancia l’iniziativa “Storie di donne” che si articola in cinque diverse tappe che avranno come filo conduttore la figura della donna. Il calendario di eventi predisposto da Palazzo dei Domenicani prenderà avvio domenica prossima, 13 marzo, e terminerà nel mese di aprile senza comunque perdere il filo conduttore del 150° Anniversario dell’Unità d’Italia. Ieri mattina, intanto, l’assessore alle Pari Opportunità, Ciccia Mariano, che ha fortemente voluto l’iniziativa, ha presentato insieme ai partner la mostra fotografica, intitolata, “Mani(di)donne”, che apre il cartellone degli eventi. La mostra, a cura dell’associazione “Photisintesi”, ha lo scopo di esprimere la femminilità attraverso scatti che ritraggono esclusivamente le mani. Storie molteplici raccontate dalle mani laboriose e sensibili delle donne. Le mostra è stata allestita all’interno di Palazzo dei Domenicani, sede del Comune di Casarano, e può essere visitata per tutta la durata della manifestazione “Storie di Donne”. Domenica 13 marzo è in programma invece “Santi, dame e cavalieri”, la musica nel Medioevo tra chiese e corti, con la partecipazione dell’Ensemble Schola Gregoriana “Cum Jubilo” (ore 18,30 – Chiesa Madonna della Croce). Sabato 19 marzo (ore 10.30), presso il Liceo Scientifico “Vanini”, presentazione del libro “Quell’amara Unità D’Italia”, incontro con l’autrice Dora Liguori e la sen. Adriana Poli Bortone. Il cartellone proseguirà con la manifestazione “Donne Articolate” (25 marzo ore 10,30), a cura dell’associazione “Liceo Docet”, presso il Liceo Classico “D. Alighieri”; infine, dibattito pubblico sul tema “Risorgimento in Rosa – Due protagoniste dell’Unità d’Italia: Antonietta De Pace e Jessie White Mario” con i contributi del prof. Massimo Ciullo (analista di politica internazionale) e di Rossella Bufano (giornalista, esperta di pensiero politico femminile), in programma il 2 aprile (ore 10,30) presso il Liceo Classico “D. Alighieri”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment