Lecce, arriva Chagall

Si apre oggi, al Castello di Carlo V, “Il segno dell’anima” mostra di opere grafiche del maestro russo

L’arte di Chagall approda a Lecce. Nell’ambito di “Lecce. Capitale dei week-end”, oggi si aprirà nel Castello di Carlo V della capitale del Barocco “Chagall. Il segno dell’anima”, una mostra di opere grafiche del maestro russo, naturalizzato francese, scomparso nel 1985 a Saint-Paul-de-Vence, noto per quel suo mondo al tempo stesso lirico ed onirico quanto mai ricco di fantasia e di colore. I particolari dell’evento saranno illustrati nella sala giunta di Palazzo Carafa alla presenza, tra gli altri, del sindaco di Lecce, Paolo Perrone, dell’assessore alla Cultura del Comune di Lecce, Massimo Alfarano e del critico d’arte Toti Carpentieri. La rassegna, promossa dal Comune di Lecce e dal suo assessorato alla Cultura, nasce dalla collaborazione con il “Centro Arte Guastalla” di Livorno, e vuole offrire ai visitatori, anche fugaci, della città la possibilità di godere di uno degli aspetti più importanti della complessa e varia creatività di Marc Chagall, presentendo circa ottanta opere realizzate tra il 1923 e il 1973, facenti parte dei cicli che illustrano “Le anime morte” di Gogol, “Le favole di La Fontaine” e “La Bibbia” tra acquaforti (talune anche dipinte a mano) e litografie in nero e a colori. In occasione della mostra, che rimarrà aperta fino al 29 maggio, è prevista la pubblicazione di un catalogo con un testo di Toti Carpentieri.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!