A Galatina la 'Consegna delle Aquile'

Insigniti 4 ufficiali dell'aeronautica. Per Buccoliero, consigliere regionale, “il 61° stormo è fiore all’occhiello di tutto il Salento”

“Il 61° Stormo di Galatina rappresenta un fiore all’occhiello della nostra provincia, un punto di riferimento importante per tanti ragazzi, che sognano la carriera militare in uno stretto legame fra tradizione e innovazione” È quanto dichiara il consigliere della Regione Puglia e presidente di “Moderati e Popolari”, Antonio Buccoliero, che ha partecipato, presso l’aeroporto di Galatina, alla cerimonia ufficiale della consegna delle “Aquile di Pilota Militare”, che sono andate a quattro ufficiali del corso “Eolo V”. Erano presenti, tra gli altri, il comandante delle Scuole dell’aeronautica Militare, Gen. Di Squadra Aerea, Pasquale Preziosa, e il comandante del 61° Stormo di Galatina, Col. Pilota, Maurizio Colonna. “Al di là dell’emozione che la cerimonia suscita sempre nei presenti – prosegue Buccoliero – resta fermo il fatto di come l’attività del 61° Stormo di Galatina rappresenti un’importante risorsa per il territorio, andando ad incidere positivamente non solo sulla crescita dello stesso, ma anche sul futuro di tanti ragazzi che, fin dalla più tenera età, sognano di pilotare un aereo. La cerimonia di oggi, che ha voluto anche ricordare i 150 anni dell’Unità d’Italia, ha avuto sicuramente il merito di coinvolgere i bambini di alcuni scuole elementari di Galatina, che hanno potuto da vedere da vicino l’impegno e l’abnegazione, che richiede una divisa militare, ma anche la gioia e l’entusiasmo che animano coloro che scelgono d’indossarla. Ai giovani ufficiali insigniti delle Aquile e all’intero 61° Stormo – conclude Buccoliero – rivolgo gli auguri di continuare ad essere un importante punto di riferimento non solo per la città di Galatina, ma per l’intero Salento”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!