Morì folgorato tranciando cavi elettrici

Ugento. Il decesso di Giannotta risale al 12 febbraio. A seguito di indagini sono stati individuati due complici

Qualcuno lo aveva abbandonato tramortito di fronte alla Guardia Medica di Ugento. Immediato il ricovero presso l'ospedale di Casarano dove il suo cuore ha cessato di battere. Era morto così Andrea Giannotta, 31enne, folgorato da una potente scarica elettrica. Ieri, i carabinieri della Stazione di Ugento, a conclusione di indagini relative al decesso hanno denunciato, un uomo 29enne di Tricase e un 29enne nato in Svizzera e residente a Torre San Giovanni. I due sarebbero stati complici di Giannotta che, la notte del 12 febbraio 2011, rimase folgorato mentre tentava di tranciare i fili elettrici conduttori in rame dalla linea elettrica enel ubicata presso la strada Don Cirillo.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!