Morì folgorato tranciando cavi elettrici

Ugento. Il decesso di Giannotta risale al 12 febbraio. A seguito di indagini sono stati individuati due complici

Qualcuno lo aveva abbandonato tramortito di fronte alla Guardia Medica di Ugento. Immediato il ricovero presso l'ospedale di Casarano dove il suo cuore ha cessato di battere. Era morto così Andrea Giannotta, 31enne, folgorato da una potente scarica elettrica. Ieri, i carabinieri della Stazione di Ugento, a conclusione di indagini relative al decesso hanno denunciato, un uomo 29enne di Tricase e un 29enne nato in Svizzera e residente a Torre San Giovanni. I due sarebbero stati complici di Giannotta che, la notte del 12 febbraio 2011, rimase folgorato mentre tentava di tranciare i fili elettrici conduttori in rame dalla linea elettrica enel ubicata presso la strada Don Cirillo.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati