'Violenza Zero': una rete per le donne

Lecce. Il progetto nasce grazie alla collaborazione tra la consigliera di parità della Provincia e l'associazione “Sui Generis”

Prende il via il “Progetto Violenza Zero”, cofinanziato dalla consigliera di parità della Provincia di Lecce, Serenella Molendini, e promosso dall’Associazione “Sui Generis”, al fine di attivare sul territorio un’ampia azione di sensibilizzazione e informazione sul tema della violenza di genere. Con questo progetto si mette in campo un ricco programma di attività e di incontri con i ragazzi e le ragazze degli Istituti Superiori della provincia di Lecce, al fine di sensibilizzare gli adolescenti rispetto al tema della violenza sulle donne, favorendo un confronto aperto e operando culturalmente allo scopo di decostruire stereotipi fuorvianti su questo fenomeno. Gli incontri con gli alunni, condotti utilizzando metodologie attive di formazione, hanno la durata di circa 4 ore (per classe o gruppo-classe) e potranno svolgersi in una sola giornata o anche in due successivi momenti. Le scuole interessate possono aderire al progetto, senza alcun onere, scrivendo a: [email protected], entro il 31 marzo 2011. Con il “Progetto Violenza Zero” si intende favorire e promuovere tra i ragazzi una riflessione sulla differenza di genere, sul conflitto tra i generi e sulla necessità di una gestione positiva dei conflitti come prevenzione della violenza. Si vuole così contrastare l’idea diffusa che la violenza sulle donne avvenga soprattutto ad opera di sconosciuti, evidenziando come, al contrario, la violenza sia spesso consumata all’interno delle mura domestiche. Tra gli obiettivi primari di questo progetto, quello di contrastare la mancanza di informazioni adeguate in merito alle strutture di aiuto presenti sul territorio; sollecitare negli interlocutori potenziali delle vittime di violenza (docenti in primis) e in tutta la cittadinanza un senso di responsabilità, sollecitando la capacità di intervenire per quanto di propria competenza o indirizzando le vittime alle strutture preposte per aiutarle; infondere nelle donne vittime di violenza fiducia nei confronti delle forze dell’ordine e delle istituzioni nella possibilità di essere tutelate ed aiutate. Non a caso “Sui Generis”, che promuove l’iniziativa con il supporto della consigliera di parità della Provincia di Lecce, è un’associazione di donne impegnata a favorire in tutti i settori della società cambiamenti culturali finalizzati a migliorare la condizione di vita delle donne, ad incoraggiarne un continuo impegno nonché una consapevole partecipazione alla vita sociale, amministrativa e politica, adoperandosi per rimuovere gli ostacoli ancora esistenti.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!