Grande Salento: 1 miliardo per lo sviluppo infrastrutturale

I presidenti della Province di Lecce, Brindisi e Taranto hanno incontrato il Ministro Fitto a Roma

Il Ministro per i Rapporti con le Regioni, Raffaele Fitto, ha incontrato i Presidenti delle Province di Lecce, Brindisi e Taranto, Antonio Gabellone, Massimo Ferrarese e Giovanni Florido. “Le proposte che i presidenti Gabellone, Ferrarese e Florido mi hanno sottoposto – ha sottolineato il Ministro – sono condivisibili e vanno nella direzione che abbiamo tracciato con il Piano Nazionale per il Sud: concentrare le risorse su progetti specifici e fissare punti programmatici strategici. L'incontro rappresenta l'avvio di un'interlocuzione positiva con gli esponenti degli enti locali che proseguirà presto con la Regione e, attraverso l'utilizzo di risorse comunitarie e dei fondi Fas, favorirà la crescita e lo sviluppo infrastrutturale dell'area del Salento”. Nei prossimi mesi dovrebbero arrivare nel Salento centinaia di milioni di euro. Dei circa 10 miliardi di euro che il Piano Sud ha stanziato per la regione, uno è destinato agli interventi per il “Protocollo per lo sviluppo del Grande Salento” Le priorità del Piano 25 gennaio 2011 – Grande Salento: domani incontro a Roma Il Presidente della Provincia di Lecce, Antonio Gabellone, incontrerà nella giornata di domani, a Roma, il Ministro per i Rapporti con le Regioni, Raffaele Fitto. Con lui, i colleghi presidenti delle province del Salento, Gianni Florido per Taranto e Massimo Ferrarese per Brindisi, al fine di fare il punto sullo stato di avanzamento del percorso comune di collaborazione tra le istituzioni delle 3 province e avanzare al Governo nazionale la possibilità che lo stesso Governo sostenga parte degli interventi infrastrutturali previsti comunemente per il rilancio del Salento. 20 gennaio 2011 – Grande Salento: Gabellone scrive a Fitto Il Presidente della Provincia di Lecce, Antonio Gabellone, ha indirizzato, in queste ore, una lettera al Ministro per i Rapporti con le Regioni, Raffaele Fitto. Nella missiva, il presidente Gabellone tratteggia brevemente il percorso istituzionale unitario che ha portato le 3 province del Salento alla redazione di un piano comune di infrastrutturazione di Le – Br – Ta, e richiede al Governo un incontro destinato a individuare e circoscrivere chiaramente quali saranno le opere pubbliche da finanziare. Il testo della lettera “Ill.mo Ministro, mi preme portare alla Sua Cortese Attenzione che, nel corso dell’anno 2010, le Province di Brindisi, Lecce e Taranto hanno condiviso un percorso unitario finalizzato alla pianificazione delle infrastrutture di livello sovraprovinciale funzionale alla crescita del livello di competitività ed attrattività dell’intero territorio jonico-salentino. Un percorso che ha consentito di condensare le linee di intervento e priorità infrastrutturali da realizzare a livello macro-territoriale in un progetto strategico, fatto conoscere al nostro territorio come il cd 'Grande Salento'. La fattiva cooperazione interistituzionale tra le tre Province ha portato a compimento un Protocollo d’Intesa, sottoscritto in data 11 ottobre 2010 e presentato alla stampa locale, il cui obiettivo generale è quello di attivare un modello di governance territoriale di valenza strategica e i cui obiettivi specifici indicano i progetti e gli interventi realizzabili che consentiranno di collegare il nostro sistema infrastrutturale alle dorsali jonica e adriatica. In relazione alla significativa importanza che rivestono le direttrici di sviluppo indicate nel citato Protocollo d’Intesa, lo scrivente, insieme ai colleghi Presidenti delle Province di Brindisi e Taranto, ritiene informare il Governo e, pertanto, illustrarLe il quadro delle priorità infrastrutturali e valutare le linee di sostegno finanziario disponibili per la realizzazione delle opere. Pertanto, a tale scopo, anche a nome dei Colleghi Presidenti, Dr. Massimo Ferrarese e Dr. Giovanni Florido, che leggono per conoscenza, Le chiedo di poterLa incontrare nei modi e nei tempi che riterrà più opportuni”. Articolo correlato Sviluppo infrastrutturale: il Grande Salento c'è (12 ottobre 2010)

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!