Mercato ittico a Gallipoli: è quasi fatta

Si insedia la neonata Commissione Consiliare “Pesca ed Agricoltura”. Necessario voltare pagina dopo i sequestri di pesce andato a male

I controlli e i sequestri condotti dai Carabinieri del Nas, di concerto con le competenti autorità sanitarie locali, riportano all'attenzione dell'opinione pubblica i delicati temi della precarie condizioni in cui versa il settore della pesca gallipolina, inclusivo dell'annessa filiera della commercializzazione e distribuzione. “Lungi dai trionfalismi o dalla sterile demagogia – afferma Tommaso Scigliuzzo, Consigliere comunale per la Lista Civica 'Noi ci siamo' e referente cittadino dell'Idv – che l'amministrazione sta perseguendo, finalmente, tutte le possibili azioni tese all'entrata in funzione del Mercato Ittico all'Ingrosso”. Segnale tangibile di ciò è l'insediamento della neonata Commissione Consiliare “Pesca ed Agricoltura”, della quale sono stato eletto presidente, che si riunirà nel corso della prossima settimana e con all'ordine del giorno proprio il tema del Mercato Ittico all'Ingrosso”. I tempi sono dunque maturi per la soluzione del problema: sarà data grande importanza al dialogo con gli operatori del settore (commercianti e cooperative pesca) cercando di comporre le specifiche esigenze. “L'appello che mi sento di rivolgere – afferma Scigliuzzo – è quello di superare le diffidenze reciproche e la paura del nuovo, dal momento che siamo alle soglie, se tutti lo vorranno, di un cambiamento epocale nel settore della pesca gallipolina. Con l'avvio della struttura mercatale si verrà a creare una discontinuità con il passato, rendendo giustizia alla categoria della pesca e gettando le basi per il rilancio del settore che è in perenne sofferenza. Il Mercato Ittico all'Ingrosso dovrà essere la necessaria premessa per la costituzione di un vero e proprio “distretto produttivo della pesca” che vedrà doverosi protagonisti le cooperative della pesca in particolare. Ed in questa ottica, ciò che per quasi un decennio è stata una 'costosa cattedrale nel deserto', dovrà essere la 'piattaforma logistica' anche per i futuri insediamenti dedicati alla trasformazione dei prodotti ittici in seno all'adiacente zona industriale. L'auspicio è quello che finalmente si inneschi il processo evolutivo e virtuoso che porterà il settore della pesca gallipolino fuori dall’arretratezza culturale e dal nanismo imprenditoriale di oggi; per raccogliere e vincere le sfide dell'odierno mercato ittico globale. Un mercato che è globale già da decenni e che vede prevalere il prodotto d’importazione rispetto a quello nazionale ed all'interno del quale vige una dettagliata ed ineludibile (ma spesso anche penalizzante) legislazione comunitaria e nazionale. L'obiettivo primario dell'Amministrazione Comunale resta quello di valorizzare il prezioso prodotto ittico gallipolino. Nel solco di questa linea di azione, centrale sarà il ruolo giocato dalle cooperative della pesca, se queste saranno in grado di accedere ai finanziamenti comunitari a disposizione, tramite la Regione Puglia. Non ci sono più i margini per l'improvvisazione, l'elusione, il nascondersi dietro le responsabilità degli altri; occorre finalmente rinunciare alla ciclica mera assistenza (o assistenzialismo) e giocare d'anticipo, programmando il futuro della pesca in chiave di moderna progettualità. Tutto il settore della pesca di Gallipoli deve imparare, ed in fretta, ad attrarre finanziamenti. E con l'intervento dell'amministrazione comunale, mediante l'attivazione del Mercato Ittico all'Ingrosso, la categoria dei pescatori potrà anche farsi promotrice dell'istituzione del 'Distretto Produttivo della Pesca' (ed avvalersi delle provvidenze e del sostegno della Regione Puglia) e giocare un ruolo centrale in seno all'istituendo 'Gruppo di Azione Costiera per l'area Ionica' (finalizzato alla progettazione degli interventi finanziabili con i Fondi Europei Pesca – Fep). L'Amministrazione, per ciò che le compete, vuole andare fino in fondo ed uscire dall'immobilismo che negli anni precedenti l'ha contraddistinta sul questo tema specifico”. 13 gennaio 2010 – Pesce andato a male: sequestri a Gallipoli I carabinieri della compagnia di Gallipoli, unitamente a personale del dipartimento di prevenzione, Area Sud di Maglie, servizio veterinario, hanno sottoposto a controllo alcuni magazzini gallipolini di rivendita all’ingrosso del pesce. A seguito dei controlli, sono state sottoposte a sequestro svariate casse di pescato (circa 100 kg), poichè il pesce era in cattivo stato di conservazione. Durante il controllo, infatti, il personale medico ha assistito alla vendita del pescato direttamente sulla pubblica via, in assenza dei requisiti minimi di igiene richiesti dalla normativa vigente. In queste ore sarà analizzata ulteriore documentazione relativa alle autorizzazioni dei commercianti. A seguito, saranno elevate eventuali sanzioni amministrative.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!