Lilt: a Specchia si inaugura la nuova sede

Oggi pomeriggio, dopo la cerimonia, si svolgerà un convegno sul tema: “Il ruolo della prevenzione nella lotta contro i tumori”

Il Comune di Specchia comunica che oggi si svolgerà l’inaugurazione della sede di Specchia della Lilt (Lega italiana per la lotta contro i tumori). Il programma dell’iniziativa prevede, per le 16, il taglio del nastro presso il Consultorio Familiare in via Pietro Micca, 2, e la benedizione dei locali da parte di Don Stefano Ancora, Parroco di Specchia. Successivamente, dalle 16.30, presso la Sala di Palazzo Risolo, si svolgerà un convegno, coordinato da Maurizio Antonazzo, giornalista, sul tema: “Il ruolo della prevenzione nella lotta contro i tumori”, che prenderà avvio con i saluti di Antonio Biasco, sindaco di Specchia, di Alberto Giunca, consigliere comunale con Delega alla Sanità, di Luigi Vincenti e Antonio Ungaro, Referenti Lilt per Specchia. Si proseguirà con gli interventi di Franco Sanapo, direttore Sanitario Asl di Lecce, di Ernesto Durini, oncologo dell’Ospedale “Card. G. Panico” di Tricase, di Marianna Burlando, psicologa della Lilt – Sezione Provinciale di Lecce e di Giuseppe Serravezza, Presidente Lilt- Sezione Provinciale di Lecce. La Lilt è un’associazione di volontariato senza scopo di lucro. La Sezione provinciale di Lecce è attiva da quattordici anni. Conduce la lotta al cancro sui vari fronti dell’informazione, prevenzione, e assistenza. Attualmente, conta circa 7000 soci e può fare affidamento su circa 500 volontari (medici, infermieri, tecnici, psicologi e semplici cittadini) presenti in quasi tutti i centri della provincia di Lecce. Ogni giorno, grazie all’opera generosa di trecento volontari (medici, infermieri, psicologi, educatori e semplici cittadini), la Lilt assicura gratuitamente alla popolazione salentina una serie di importanti servizi: educazione sanitaria sulla prevenzione e sulla lotta ai fattori di rischio ambientale, con incontri, conferenze, dibattiti, e diffusione di materiale divulgativo, soprattutto nelle scuole; prevenzione clinica con visite specialistiche nei 20 ambulatori Lilt (Casarano, Lecce, Gallipoli, Maglie, Nardò, Veglie, Aradeo, Galatina, Collemeto, Copertino, Strudà, Martano, Alezio, Carmiano, Morciano di Leuca, Carmiano, Cavallino, Scorrano Corigliano d’Otranto, Montesano Salentino) (oltre 9000 prestazioni l’anno); sostegno psicologico a pazienti e familiari; assistenza domiciliare oncologica ai pazienti terminali, con tre équipes medico-infermieristiche (650 sono le persone seguite annualmente); trasporto gratuito a Lecce dei pazienti che necessitano di radioterapia con tre automezzi messi a disposizione dalla Lilt (200 pazienti l’anno). Per far fronte a una malattia che diviene sempre più frequente e miete purtroppo sempre più vittime anche in Puglia e nel Salento, la Lega Tumori di Lecce ha concepito e avviato a realizzazione un progetto per la creazione alle porte di Gallipoli di una vera e propria “cittadella” della prevenzione e riabilitazione, della ricerca e della solidarietà, denominata “Centro Lima”, in memoria di una socia fondatrice scomparsa alcuni anni fa a causa di un cancro. Il progetto prevede per la prima volta la coesistenza, in un unico complesso, di un Centro Studi e Ricerche, con Biblioteca pubblica e strutture didattiche, di un Auditorium, di un Centro di Prevenzione Clinica e di Riabilitazione del malato oncologico, e di un Hospice con 15 posti letto per malati terminali. I lavori per la realizzazione dell’opera sono in corso e presto si porrà mano all’edificazione del primo modulo, destinato alla ricerca, prevenzione e riabilitazione. Giuseppe Serravezza, 59 anni, di Casarano, ha concentrato la sua opera sul miglioramento delle condizioni della regione, e oggi rappresenta in Italia un importante e consolidato punto di riferimento nell’oncologia. Il suo modus operandi cerca di coniugare il rigore scientifico ai valori etici e umani, mantenendosi fedele ai principi di una Medicina libera e indipendente, lontana dalle lusinghe del mercato della salute. Nel 1978, si laurea in Medicina e Chirurgia a Bologna, col massimo dei voti, specializzandosi prima in Allergologia e Immunologia, poi in Oncologia. Nel 1991 fonda la Sezione leccese della Lilt, di cui oggi è presidente. Dal 2007 è primario del nuovo Polo di Oncologia del Sud Salento, ripartito tra gli ospedali di Casarano e Gallipoli.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati