No di Melpignano alla Regione Salento

“Ho sostenuto e sostengo – ha affermato il sindaco Stomeo – che la campagna per la costituzione della Regione Salento sia solo un'operazione di marketing politico”

In ordine alle richieste del “Movimento Regione Salento”, il sindaco di Melpignanno, Ivan Stomeo, ha proposto all'assise comunale di non aderire al progetto teso all'istituzione della Regione Salento e, rispetto alla richiesta di indizione di referendum, ha altresì proposto di rimettersi alle decisioni che verranno assunte dagli Enti e Istituzioni competenti. La maggioranza a sostegno del Sindaco di Melpignano “Progetto Democratico” ha votato a favore della proposta del primo cittadino. L'opposizione comunale si è divisa: “Melpignano al Centro” a sostegno della proposta del sindaco, mentre il Pdl a favore della Regione Salento. “Ho sostenuto e sostengo – ha affermato il sindaco Ivan Stomeo – che la campagna per la costituzione della Regione Salento sia solo ed esclusivamente una campagna per far nascere un nuovo movimento politico nella Regione Puglia, quindi una operazione di marketing politico”. Nel momento in cui si discute di accorpare piccoli comuni, eliminare province, costituire macro-Regioni, “nel Salento – prosegue il primo cittadino – a qualcuno è venuta la 'nostalgia' di imitare la Lega sul progetto di secessione. Dobbiamo creare tutti insieme le condizioni per non costituire altri 'carrozzoni costosissimi, ma per cercare di cambiare la classe politica in generale. Dobbiamo far crescere una nuova classe dirigente regionale più forte e virtuosa”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati