Giovane Italia: “Aria fresca nel partito. Subito”

E' l'appello che il movimento giovanile lancia al coordinamento provinciale del Pdl per avanzare la candidatura di amministratori ed esponenti al ruolo di coordinatore cittadino delle varie realtà locali

La Giovane Italia della Provincia di Lecce, nell’ambito della ristrutturazione interna al partito che si effettuerà nelle prossime settimane, fa sapere di voler dare un proprio contributo. In una lettera inviata al senatore Cosimo Gallo, al consigliere regionale Saverio Congedo e a tutti i membri del coordinamento provinciale Pdl, la Giovane Italia afferma la necessità per il Popolo della Libertà di radicarsi sul territorio “per poter finalmente portare a compimento il grande progetto voluto dal Presidente Berlusconi”. “Il 27-28-29 marzo 2009 – si legge – è nata una grande formazione politica che si riconosce nel Partito Popolare Europeo e che intende mettere insieme tutte le donne e gli uomini di centrodestra che credono nella libertà e si sentono alternativi alla sinistra. Una grande forza politica che fonde al suo interno le tradizioni del cristianesimo moderato, del liberalismo, del riformismo e della destra nazionale. Ora, a distanza di oltre un anno dalla sua nascita, è arrivato il momento di strutturare questo grande movimento Partito e la Giovane Italia pensa che in un progetto nuovo come il nostro sia necessario dare spazio ai tanti giovani che si sono formati nei rispettivi movimenti giovanili di provenienza e che ne rappresentano il motore non solo durante le campagne elettorali ma anche e soprattutto nell’impegno quotidiano”. “Aria fresca nel partito. Subito” è l'appello che la Giovane Italia lancia al Coordinamento provinciale del Pdl per sponsorizzare ed avanzare la candidatura dei tanti giovani, amministratori ed esponenti del movimento giovanile, per il ruolo di Coordinatore Cittadino delle varie realtà locali. “I tantissimi amministratori under 35 e i tantissimi giovani esponenti del nostro movimento sono una risorsa per il partito e pertanto crediamo che possano essere un’ottima scelta per rappresentare il PDL nella sua massima espressione politica locale. Solo se daremo spazio ai giovani che provengono dalle fila della militanza giovanile avremo veramente un partito rinnovato e con tante nuove energie su cui poter contare. Se realmente vogliamo dare una rinnovata linfa vitale a questo partito è necessario partire da una classe dirigente giovane, l’unica che può rappresentare pienamente il cambiamento. L’unica che rappresenta il futuro”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!