Utenze telefoniche: il Comune di Lecce spende troppo

Ne sono state attivate 283 (100mila euro annui). Il consigliere Foresio (Pd) ha presentato una mozione per una drastica riduzione dei costi

Considerando la non rosea situazione economica del Comune di Lecce (Spettro bancarotta per il Comune di Lecce), il giovane consigliere Paolo Foresio del Partito democratico ha pensato bene di presentare una mozione urgente affinchè il primo cittadino Paolo Perrone e tutta la Giunta, si impegnino ad adottare “immediati provvedimenti di drastica riduzione dei costi delle utenze telefoniche eliminando la spesa dei cellulari di sindaco e assessori per evitare uno spreco di denaro pubblico e dare un segnale forte ai cittadini ai quali si chiedono continui sacrifici”. La mozione nasce a seguito di una richiesta, protocollata lo scorso 18 giugno, da parte di Foresio, al Dirigente del Settore Economico e Finanziario con cui si chiedeva di conoscere l’ammontare delle somme di spesa delle utenze telefoniche dell’anno 2009 e dei primi mesi 2010 suddivise per categorie: assessori, dirigenti, dipendenti e Polizia Municipale Il consigliere afferma di non aver mai ricevuto risposta e di aver appreso dagli organi di stampa, venuti in possesso dei consumi dettagliati con i relativi nominativi, che sono ben 283 le utenze attivate per una spesa di oltre 100mila euro annui. “Come più volte evidenziato – conclude Foresio – il Comune di Lecce non vive una felice situazione finanziaria”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!