Sigilli della finanza a un centro scommesse on line

I gestori di un’agenzia della provincia, raccoglievano scommesse da parte di avventori utilizzando account intestati a prestanome

Nei giorni scorsi, i Finanzieri hanno neutralizzato un giro di scommesse clandestine on-line legate ad eventi sportivi. A farne le spese sono stati due salentini, gestori di un’Agenzia di scommesse della provincia che, nonostante fossero sprovvisti di qualsivoglia autorizzazione prevista dalle leggi di Pubblica Sicurezza, attraverso il collegamento telematico raccoglievano e gestivano scommesse su eventi sportivi. Nel caso specifico, i gestori effettuavano la raccolta delle scommesse da parte degli avventori, utilizzando account intestati a prestanome. Infatti, tali tipologie di scommesse possono essere effettuate, in maniera regolare, esclusivamente dai giocatori che utilizzano una postazione internet e dopo essersi preventivamente registrati nei relativi siti gestiti dai bookmaker telematici, attraverso l’utilizzo di un account personale con cui effettuare i pagamenti delle giocate e ricevere le eventuali vincite. I Militari della Compagnia della Guardia di Finanza di Gallipoli, constatata la totale assenza delle autorizzazioni prescritte, operavano una perquisizione che si concludeva con l’apposizione dei sigilli su 2 personal computer, 2 stampanti, utilizzati per le giocate clandestine. I gestori sono stati denunciato alla Procura della Repubblica di Lecce per il reato di esercizio di scommesse clandestine

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!