Abbandono rifiuti: il sindaco di Poggiardo scrive a Gabellone

Silvio Astore interviene con una lettera al Presidente della Provincia Gabellone sull’abbandono dei rifiuti sulle strade provinciali

Il sindaco di Poggiardo Silvio Astore è intervenuto sul tema dell’abbandono dei rifiuti sulle strade provinciali con una lettera al Presidente della Provincia di Lecce, Antonio Gabellone. Si riporta il testo integralmente “Egregio Presidente, questa mia per chiederLe da Sindaco e cittadino di questa splendida terra di porre rimedio quanto prima con i mezzi che riterrà più opportuni alla inaccettabile situazione che ne sta deturpando gravemente l’immagine. Mi riferisco Presidente allo stato di degrado in cui versano diverse strade provinciali a causa dell’abbandono incivile di ogni genere di rifiuto. Un comportamento questo tra i più inqualificabili e gravi perché con esso si manifesta il disprezzo per l’ambiente in cui viviamo e per la collettività, con serio pregiudizio per l’educazione dei più giovani e per la considerazione dei turisti. Amareggia molto vedere lungo le banchine o nelle piazzole di sosta delle nostre splendide strade, che si cerca continuamente e con grandi sforzi di mettere in sicurezza e di rendere sempre più belle, il segno violento dell’inciviltà, tanto più al pensiero che di tali atti sono responsabili dei cittadini salentini. È senza dubbio un deficit culturale e di senso civico ciò che sta alla base di tali comportamenti e su questo fronte occorre a mio avviso intervenire attraverso una profonda e coordinata azione di sensibilizzazione che parta dalle scuole per investire l’intera società salentina. Prima però bisogna affrontare l’emergenza restituendo dignità alla nostra terra. È per questo Presidente che Le chiedo di intervenire affinché si possa, nel più breve tempo possibile, ripulire i tratti di strada provinciali sporcati dall’inciviltà, adottando nei confronti dei responsabili le sanzioni più dure possibili. In questa azione Presidente mi troverà al Suo fianco, al pari ne sono sicuro dei Sindaci della nostra provincia, che come me si battono quotidianamente per la tutela e il rispetto dell’ambiente. Confidando nella Sua comprovata sensibilità e capacità di intervenire concretamente sui problemi, Le porgo i miei più cordiali saluti”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!